Cronaca

Arrestato l’assessore alla Sicurezza del Comune di Voghera. Aveva avuto una lite con uno straniero rimasto ucciso con un colpo di pistola

Un uomo di nazionalità straniera, Youns El Boussetaoui, è morto nella notte all’ospedale di Voghera (Pavia) dopo essere stato ferito da un colpo di pistola esploso dalla pistola dell’assessore alla sicurezza del comune di Voghera, Massimo Adriatici, con cui aveva avuto una lite. Il ferito era stato trasportato al pronto soccorso: poi le sue condizioni si sono aggravate sino al decesso. Adriatici è stato arrestato dai carabinieri e posto ai domiciliari. Adriatici è stato arrestato per omicidio doloso e per ora si trova agli arresti domiciliari con questa accusa. La Procura valuta inoltre il conferimento di altre consulenze tecniche, inclusa quella balistica. Adriatici nel primo interrogatorio ha riferito di essere stato spintonato dal 39enne e che un colpo è partito accidentalmente dalla sua calibro 22 mentre cadeva a terra. La Procura ha già disposto l’incarico per l’autopsia del 39enne. Secondo fonti della Lega, dalle prime ricostruzioni la tragedia di Voghera sarebbe frutto di una risposta a un’aggressione con un colpo partito accidentalmente. La vittima era una persona nota in città e alle forze dell’ordine per episodi di ubriachezza e violenze, spiegano. “Quanto avvenuto ieri sera a Voghera è un fatto drammatico e grave che andrà chiarito dalle autorità inquirenti. Invitiamo la Lega a stare al suo posto. La ricostruzione dell’accaduto non è questione di competenza del Carroccio”. Così fonti del Movimento 5 Stelle, mentre Matteo Salvini, in queste ore, parla di “legittima difesa”.

Related posts

Università di Genova, denunciati 22 studenti per aver falsato esami e tesi di laurea

Redazione Ore 12

Omicidio del Vicebrigradiere Cerciello Rega, i giudici: “Gli imputati hanno agito secondo un programma preordinato”

Redazione Ore 12

A giudizio a Roma quattro 007 egiziani per la morte di Giulio Regeni

Redazione Ore 12