La guerra di Putin

Biden mette il sigillo all’ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato. Incognita Turchia

“Forte sostegno” di Joe Biden  all’adesione di Svezia e Finlandia alla Nato, ancora contraria la Turchia. È questo il riassunto della giornata sul tema Stoccolma-Helsinky e l’ingresso nel Patto Atlantico. Al centro del dibattito c’è la domanda di adesione dei due Paesi, che hanno deciso di rinunciare alla neutralità dopo che la Russia ha attaccato l’Ucraina. Se il presidente americano ha parlato di “momento storico”, l’omologo turco Recep Tayyip Erdogan ha ribadito il suo no e accusato la Svezia di essere “un completo rifugio del terrorismo”. “Le preoccupazioni sulla sicurezza di tutti gli alleati devono essere prese in considerazione ora che trattiamo la richiesta d’ingresso di Svezia e Finlandia ma conto che si arrivi presto a una decisione: con il loro ingresso il 96% della popolazione europea vivrà sotto la Nato”, ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg. “So che la Turchia ha avanzato alcune obiezioni, ma spero che la Nato sia in grado di superarle. Il Consiglio europeo ha mostrato un forte supporto all’adesione”, ha detto anche la portavoce della Commissione Ue Ana Pisonero, citando le parole dell’alto rappresentante per la politica estera dell’Ue Josep Borrell.

Related posts

Papa Francesco: “Santa Sede pronta a tutto per fermare la guerra”. Il grazie a giornalisti e giornalisti sul fronte

Redazione Ore 12

La Germania valuterebbe la possibilità di acquistare sistemi anti-missile

Redazione Ore 12

Kiev prende in sera considerazione il Piano per il cessate il fuoco messo a punto dall’Italia

Redazione Ore 12