Economia e Lavoro

Bilancio positivo per il terzo trimestre economico della Ferrari

Il secondo trimestre del 2021 ha visto la Ferrari consegnare 2.685 unità ai suoi clienti, segnando +0,5% rispetto al secondo trimestre 2019 e +93,3% dello stesso periodo del 2020, e quindi superando i livelli pre-pandemia. I ricavi netti sono pari a 1.035 milioni di euro, quasi raddoppiati dal 2020 e in aumento del 5,2% rispetto allo stesso periodo del 2019, mentre l’utile netto è di 206 milioni di euro – al 30 giugno 2019 erano di 197 milioni –. Questo grazie non solo alle vendite delle automobili, ma anche a sponsorizzazioni, proventi commerciali e quelli relativi al marchio, che sono saliti del 10,6%, anche grazie al ritorno del campionato di Formula 1 a pieno regime, che permette una maggiore visibilità mediatica del Cavallino – merito pure dei risultati della Rossa, decisamente migliori rispetto alla stagione precedente –. “Questo eccellente secondo trimestre conferma la forza di Ferrari e del suo modello di business senza eguali. Ogni Ferrari che presentiamo definisce nuovi standard di innovazione, bellezza e unicità, le fondamenta del vero lusso. Con l’avvicinarsi del nostro 75esimo anniversario l’anno prossimo, le nostre opportunità non sono mai state più vaste e ampie”, sono le parole di John Elkann, Presidente e AD ad interim della Ferrari. La Casa di Maranello si prepara a importanti innovazioni anche in campo motoristico, con la decisione di far uscire il suo primo modello 100% elettrico nel 2025.

Related posts

Panificatori senza contratto da tre anni, manifestazioni di protesta di Cgil, Cisl e Uil

Redazione Ore 12

Entrate, risale il portafoglio dello Stato a gennaio-Marzo incassati 99,863 miliardi di euro

Redazione Ore 12

Il 2021 anno nero per il turismo con 178 milioni di presenze in meno

Redazione Ore 12