Covid

Boom pandemico, il ministero della Salute detta alle Regioni le linee guida di contrasto

In una circolare inviata alle Regioni, il ministero della Salute ha chiesto di “adeguare l’ampliamento dei posti letto di Area Medica e in Terapia Intensiva dedicati al Covid” e di prevedere “la corretta e tempestiva presa in carico dei pazienti affetti da malattia da SARS-CoV-2 in relazione alle specifiche necessità assistenziali con particolare riferimento alle categorie più fragili”. La richiesta di aumentare i posti letto e di potenziare l’assistenza arriva “alla luce dell’attuale andamento epidemico e in considerazione degli ulteriori impatti assistenziali sugli ospedali”. Nelle prossime settimane è infatti atteso un aumento della domanda di servizi ospedalieri e territoriali a causa del forte incremento dei casi Covid. “Alla luce dell’attuale andamento epidemico e in considerazione degli ulteriori impatti assistenziali sul livello ospedaliero potenzialmente correlati alla maggiore diffusione del virus SARS-CoV-2″ – “si legge nella circolare inviata dal ministero della Salute – “si ritiene importante raccomandare alle Regioni/PP.AA l’attivazione delle misure organizzative atte a fronteggiare nelle prossime settimane un incremento della domanda di assistenza sanitaria legata all’infezione, sia a livello ospedaliero che territoriale”. L’indicazione del ministero della Salute si è resa necessaria dopo la crescita dei contagi. “Nonostante il periodo estivo in cui molte attività vengono svolte all’aperto, si conferma sul territorio nazionale una fase epidemica caratterizzata da un forte aumento dell’incidenza, in constante incremento già da quattro settimane e che ha raggiunto i 586 casi su 100mila abitanti”, si legge nella nota del ministero. L’indicazione del ministero della Salute si è resa necessaria dopo la crescita dei contagi. “Nonostante il periodo estivo in cui molte attività vengono svolte all’aperto, si conferma sul territorio nazionale una fase epidemica caratterizzata da un forte aumento dell’incidenza, in constante incremento già da quattro settimane e che ha raggiunto i 586 casi su 100mila abitanti”, si legge nella nota del ministero. L’attuale ondata è caratterizzata inoltre “da una trasmissibilità in crescita e al di sopra della soglia epidemica sia calcolata su casi sintomatici (Rt medio 1,30) che su casi ricoverati in ospedale (Rt 1,22) oltre che da un aumento dei tassi di occupazione dei posti letto in area medica (9,2%, con incremento relativo del numero di ricoverati del 22%) e di terapia intensiva (2,5%, con incremento relativo del numero di ricoverati del 13,6%)”. Il ministero della Salute ha inoltre ricordato l’importanza del completamento dei cicli di immunizzazione e il mantenimento di un’elevata risposta immunitaria attraverso la dose di richiamo, con particolare riguardo alle categorie indicate dalle disposizioni ministeriali, rappresentano “strumenti necessari a mitigare l’impatto clinico dell’epidemia”.

aggiornamento pandemia Covid ore 15.57

Related posts

Abrignani (Statale Milano) effetto combinato ha fatto risalire i contagi. Troppo bassa la percentuale dei vaccinati nella fascia 5-11 anni 

Redazione Ore 12

Brusaferro (Iss): “La crescita dell’incidenza del virus è molto significativa”

Redazione Ore 12

Alto Adige, si torna al coprifuoco nei Comuni rossi. Mascherine all’aperto e chiusura delle attività alle 18

Redazione Ore 12