Esteri

Brexit, nuove regole per l’accesso in Gb

Grazie alla Brexit per entrare in Gran Bretagna ci sarà bisogno del passaporto e questa regola varrà anche per gli autisti. Dal 1° ottobre 2021, infatti, chi ha in programma un viaggio nel Regno Unito dovrà avere il passaporto biometrico (che contiene foto e impronta digitale) in corso di validità o rinnovarlo almeno 6 mesi prima della data di scadenza indicata sul documento. Ricordiamo che per i viaggi brevi non sarà necessario il visto, ma se si ha in programma di restare per oltre 6 mesi, occorrerà chiedere il visto appropriato al tipo di permesso di soggiorno richiesto. Anche per i conducenti che entrano in Uk non sarà più sufficiente la carta di identità ma servirà il passaporto. Dal 1° ottobre 2021 al 31 dicembre 2025 la carta d’identità per entrare nel Regno Unito (compresa Scozia, Galles e Irlanda del Nord) sarà accettata solo per i cittadini Ue che hanno fatto domanda per il settled status per continuare a vivere nel Regno Unito dopo il 30 giugno 2021. Quindi per chi ha un permesso familiare EU Settlement Scheme o SEE, per chi ha un permesso di lavoro come frontaliere, per chi deve ricevere cure sanitarie in base all’accordo S2 Healthcare e per i fornitori di servizi svizzeri.

Related posts

Corea del Nord, parla la sorella di Kim e avverte gli Usa: “Evitate di crearci problemi”

Redazione Ore 12

Grecia, incendi: in 14 giorni inceneriti 100mila ettari di foreste e terreni agricoli

Redazione Ore 12

Armenia, appello del Premier al popolo: “Scendete in piazza. Tentativo di golpe”. Cacciato il Capo di Stato Maggiore

Redazione Ore 12