Covid

Brusaferro (Iss) apre scenari positivi per il dopo pandemia

(RED) Sembra volgere al meglio la situazione dei contagi in Italia e tutti i maggiori esperti, dopo aver messo per lunghi mesi la popolazione in allerta, oggi, leggono l’attuale momento in maniera positiva e tra questi la massima autorità della Sanità italiana, ovvero il Presidente dell’Iss, Silvio Brusaferro: “”Il quadro è in deciso miglioramento: calano incidenza e Rt. Si abbassa l’età media delle infezioni a 40 anni, dei ricoveri a 60 anni e a 65 in terapia intensiva. L’incidenza cala in tutte le fasce di età,anche tra i più giovani”, ha proseguito. Per quanto riguarda i vaccini, “più del 90% degli over 80 ha avuto almeno una dose: quindi meno rischio d’infezione, ospedalizzazione e mortalità”. Tuttavia, “nessun Paese sarà sicuro se non lo saranno tutti”. Al momento, ha detto ancora Brusaferro, “si studiano i richiami e le varianti”. Tutto questo ci fa sperare e probabilmente da ossigeno anche al piano delle ripartenze, che, nelle prossime settimane dovrebbe dare impulso a tutte le principali attività commerciali, artigianali, commerciali ed agricole del Paese. La stima dell’indice di trasmissibilità Rt medio è stabilmente sotto la soglia epidemica e accelera la diminuzione dell’incidenza sull’intero territorio nazionale, avvicinandosi a valori che, attravreso il tracciamento, consentirebbero una gestione basata sul contenimento con l’identificazione dei casi e il tracciamento dei contatti”, ha sottolineato.

Related posts

Covid e varianti, l’Italia rischia un Natale in giallo

Redazione Ore 12

Covid, Nature: “Nuove varianti ogni sei mesi, difficile prevedere l’andamento futuro”

Redazione Ore 12

Vaccino, Pregliasco: “E’ unica arma contro variante indiana”

Redazione Ore 12