Politica

Calenda tratta con Renzi. Romperà anche con lui o ci sarà l’intesa?

  

“La grande ammucchiata non funziona. Si va dagli elettori condividendo delle idee, non uno schema con il numero dei collegi”. E’ quanto dice Matteo Renzi a proposito dello strappo tra Partitro Democratico e Azione, tendendo la mano a Carlo Calenda e spiegando che “quando abbiamo lavorato insieme abbiamo lavorato bene”. “Spero che nasca il terzo polo, ci sono le condizioni perché nasca – commenta da par suo Calenda – C’è una discussione con Italia Viva che dev’essere chiara, ora integrare due corpi. L’accordo non c’è ancora, ma ci stiamo lavorando”. In un’intervista al Messaggero, Renzi aveva detto che “quello del 25 settembre sarà un seme, che avrà un ottimo risultato elettorale ma che sarà destinato ad affermarsi in futuro. Ci sono moderati che non vogliono votare la Fiamma, ci sono riformisti che non vogliono votare gli anti Draghi: dare loro un tetto significa avere una visione politica, non una lista di cose tecniche da fare”. Calenda intanto lancia la sua campagna elettorale che si chiamerà “Italia sul serio”. E aggiunge: “Dopo quello che è accaduto con Letta, ora sono cauto”. E proprio questa freddezza nel trattare l’argomento Renzi, fa pensare a molti analisti che, alla fine, Calenda opterà per una corsa in solitario. Va detto che i sondaggi, almeno quelli più attendibili, danno azione a percentuali irrisorie. Calenda ha una forte base elettorale nella Capitale, dove alle ultime amministrative ha avuto un risultato a doppia cifra, ma nel resto del Paese non registra lo stesso numero di consensi. Il centro, va detto, oltre che da Renzi, è presidiato anche da altri soggetti politici, parti nel Centrodestra, come Udc, Noi con l’Italia e Coraggio Italia e nel Centrosinistra, come +Europa, ben secondo le stime dei sondaggisti, questi partiti, al momento prevalgono sulla lista Calenda. Dopo la rottura con il Pd, l’europarlamentare ha avuto una flessione nei consensi, probabilmente determinata dalla mancata chiarezza sull’offerta politica. Tutto potrebbe cambiare con la scelta della corsa in solitaria, che potrebbe, come per quanto avvenuto a Roma, far tornare un ritorno di fiamma.

aggiornamento elezioni politiche ore 14.34

Related posts

Draghi: “Riapertura della scuola fino alla prima media anche in zona rossa”. Poi la replica a Salvini e Garavaglia su riaperture e vacanze

Redazione Ore 12

Monsignor Paglia sul Ddl Zan: “La nota del Vaticano non andava scritta”

Redazione Ore 12

Il Pd primo partito per consensi, ma scricchiola ed è debole l’alleanza con il M5S

Redazione Ore 12