Roma Capitale

Cercava in rete un sicario per colpire e sfregiare la ex. Individuato ed arrestato dalla Polizia Postale di Roma

Un 40enne lombardo è stato arrestato dopo essere stato individuato dalla polizia postale mentre cercava sul dark web un sicario in grado di sfregiare con l’acido la sua ex fidanzata e di ridurla su una sedia a rotelle. L’uomo, esperto di informatica e dipendente di una grande azienda, è accusato di atti persecutori aggravati a danno della giovane donna.  E’ la prima volta che, grazie a un’attività investigativa su diversi piani operativi, reali e virtuali, gli inquirenti della squadra mobile e della polizia postale di Roma sono riusciti a individuare tempestivamente e fermare il mandante di un grave delitto di violenza di genere, progettato nei minimi dettagli sul dark web. L’indagine è partita a febbraio da una segnalazione dell’Interpol. La polizia di un Paese europeo aveva infatti acquisito sul dark web alcune conversazioni relative a un delitto su commissione. Un cliente sconosciuto chiedeva a un “intermediario” l’ingaggio di un “hitman”, affinché una donna, in Italia, fosse sfregiata con l’acido e costretta su una sedia a rotelle. Per questa prestazione aveva già effettuato il primo di alcuni pagamenti in Bitcoin. L’intermediario aveva come compito quello di mettere in contatto il committente con un sicario, che si impegnava a portare a compimento l’incarico in breve tempo. Ma l’indagine, diretta dalla procura delle repubblica di Roma e svolta congiuntamente dal servizio polizia postale delle comunicazioni, dalla squadra mobile di Roma e dal compartimento polizia postale per il Lazio, ha consentito di identificare la vittima e portare alla luce, in brevissimo tempo, l’intera vicenda. 

Gli investigatori della postale, con il contributo della cooperazione di Europol, che ha effettuato l’analisi delle transazioni finanziarie e che ha supportato le complesse attività investigative per i risvolti internazionali, hanno identificato il responsabile dell’agghiacciante richiesta. La sezione della squadra mobile di Roma specializzata in reati di violenza di genere ha ricostruito la vita della ragazza, le sue frequentazioni e i rapporti sentimentali: dal profilo di un ex fidanzato è emersa una personalità morbosa e ossessionata dalla figura femminile. L’uomo, mentre inviava fiori e messaggi insistenti all’indirizzo della giovane donna, attraverso complesse pratiche informatiche di anonimizzazione e utilizzando la rete Tor, utilizzava il dark web per chiedere a soggetti denominati “Assassins” prestazioni finalizzate a provocarle lesioni gravissime.

Ostia, controlli capillari dei Carabinieri portano all’arresto di tre persone ed alla denuncia di una quarta

 Proseguono senza sosta i controlli del territorio attuati dai Carabinieri di Ostia che, con la collaborazione dei militari dell’8° Reggimento Carabinieri Lazio, dei Nuclei Antisofisticazione e Sanità di Roma e Carabinieri Cinofili di Ponte Galeria, nonché con l’ausilio di un velivolo del Raggruppamento Aeromobili Carabinieri di Pratica di Mare, hanno predisposto un articolato dispositivo che ha consentito di trarre in arresto 3 persone, denunciarne una quarta ed effettuare numerosi accertamenti all’interno di varie attività commerciali del territorio.

A Casal Palocco i militari sono intervenuti a seguito di un’aggressione. La vittima, un 38enne senza fissa dimora, per motivi in corso di accertamento, era infatti stato poco prima preso a bastonate da un altro uomo. Affidato il ferito alle cure dei sanitari, i militari, all’esito di una puntuale attività investigativa, hanno identificato l’aggressore, recuperando altresì un bastone telescopico in ferro utilizzato nel corso dell’aggressione. L’uomo, un 40enne del posto, che dovrà spiegare al giudice le motivazioni del proprio gesto, è stato denunciato in stato di libertà. I Carabinieri di Ostia sono riusciti a rintracciare ed arrestare un 48enne pregiudicato che, nonostante fosse sottoposto alla misura della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza, nel corso dei controlli effettuati in arco notturno dai militari non era stato reperito all’interno della propria abitazione, violando così la misura a cui era sottoposto. Il malfattore, che è stato individuato alle prime luci dell’alba, è stato prontamente bloccato e tradotto nella medesima mattinata presso il Tribunale di Roma per l’udienza di convalida.  Sempre ad Ostia, una giovane è stata sorpresa mentre si impossessava di alcuni oggetti all’interno di un esercizio commerciale. La donna, vistasi scoperta, ha tentato di darsi alla fuga, venendo quasi subito bloccata dal personale del negozio. A questo punto è intervenuto il complice della ladra che, aggredendo violentemente i dipendenti dell’attività commerciale, ne ha consentito la fuga. L’uomo non è tuttavia riuscito a farla franca, perché in quel momento è intervenuta una pattuglia dei Carabinieri che, transitando in zona, aveva notato l’accaduto. L’esagitato, un 30enne romano già gravato da precedenti, è stato prontamente reso inoffensivo ed ammanettato. Ricostruito l’accaduto, i militari sono riusciti, in breve tempo, ad identificare e rintracciare la fuggitiva, una 28enne senza fissa dimora già nota alle forze dell’ordine. I due complici, che dovranno rispondere di “rapina impropria in concorso”, sono stati arrestati e tradotti, rispettivamente, nelle case circondariali di Velletri e Pozzuoli, in attesa dell’udienza di convalida. Nel corso della giornata sono inoltre stati numerosi i controlli effettuati, all’esito dei quali: sono state segnalate 5 persone per violazione alle attuali misure di contenimento ed elevate sanzioni per la somma di circa 2.000 euro.

Related posts

Furti in villa tra Bracciano e Manziana, arrestato dai Carabinieri topo d’appartamento

Redazione Ore 12

Carabinieri e Polizia provinciale di Roma notificano un sequestro preventivo ad un autolavaggio a Tor Bella Monaca

Redazione Ore 12

Esquilino, una camera in un B & B base logistica per lo spaccio. I Carabinieri arrestano un nigeriano

Redazione Ore 12