Roma Capitale

Clan Gambacurta, condanne per 370 anni di carcere

Oltre 40 condanne per circa 370 anni di reclusione sono state emesse dal tribunale penale di Roma nei confronti di 43 esponenti legati ai Gambacurta, clan egemone nei quartieri di Montespaccato e Primavalle, periferia nord della Capitale. Nei confronti degli imputati il pm Francesco Cascini aveva chiesto un totale di 540 anni. Le pene più alte sono state comminate nei confronti del boss Franco Gambacurta, detto ‘zio Franco’, considerato il “capo” clan: 30 anni di carcere; pene a 18 anni e 13 anni sono state invece emesse per Massimiliano e Roberto Gambacurta. A 6 anni è stato condannato Salvatore Nicitra. Ai componenti del gruppo criminale la procura ha contestato, a vario titolo, l’associazione a delinquere finalizzata a reati di usura, estorsione, riciclaggio, intestazione fittizia di beni, traffico e spaccio di droga aggravati dal metodo mafioso. Parti civili si erano costituite, fra gli altri, il Comune di Roma, la Regione Lazio, l’Associazione Codici e il Forum delle Associazioni Antiusura.

Related posts

L’Agenzia di ricerca biomedica europea al Forlanini

Redazione Ore 12

La Lega esulta: “Raggi è senza maggioranza”

Redazione Ore 12

Roma, sindacati e operatori: gestione fallimentare dei cimiteri

Redazione Ore 12