Primo piano

Emozione alla Scala per Carla Fracci. In tanti alla Camera Ardente

(Red) Erano in tanti ad accogliere tra gli applausi l’arrivo del feretro di Carla Fracci, morta giovedì a Milano a 84 anni. Nel foyer della Scala dov’è stata allestita la camera ardente c’erano il sindaco di Milano Giuseppe Sala, il direttore musicale Riccardo Chailly e il sovrintendente Dominique Meyer. All’arrivo del carro funebre, alle 11.30, un centinaio di persone all’esterno del teatro si è lasciato andare in lungo applauso proseguito anche all’interno dove erano presenti, tra altri, la sorella Marisa Fracci, il direttore del corpo di ballo Manuel Legris, il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, il direttore generale Maria Di Freda, il direttore della scuola di ballo Frederic Olivieri. Un quartetto di archi, posizionato nell’atrietto della platea, ha eseguito i “Crisantemi” di Giacomo Puccini, poi un commosso minuto di silenzio per la stella della danza. La musica è poi ripresa con un adagio di Mozart. Oltre alla sorella di Carla Fracci, erano presenti anche il marito e i nipoti ai quali il sindaco, il governatore lombardo e anche l’etoile della Scala Roberto Bolle hanno reso un breve omaggio prima di lasciare il teatro.

Related posts

Deforestazione, dopo la Cina l’Italia sul podio delle importazioni di prodotti dei paesi tropicali e sub-tropicali

Redazione Ore 12

Omeopatia, un vestito su misura

Redazione Ore 12

E’ uscito dal coma lo scrittore Valerio Massimo Manfredi

Redazione Ore 12