Roma Capitale

+Europa Radicali alla Raggi: “Lo spaccio nelle periferie non si ferma con gli stornelli”

“A quanto pare la sindaca Raggi ha maturato la convinzione che il contrasto allo spaccio di droga nelle periferie si possa risolvere con un tour di stornelli romaneschi sugli autobus”. Così in una nota Alessandro Capriccioli, consigliere regionale del Lazio di +Europa Radicali e Massimiliano Iervolino, segretario di Radicali Italiani. “Senza nulla togliere all’originalità dell’iniziativa, ritenere che siano queste le azioni da intraprendere per affrontare la questione delle piazze di spaccio romane è semplicemente surreale. Invece di buttarla in canzonetta – continua la nota – sarebbe il caso di aprire una volta per tutte la questione di cui pochissimi hanno il coraggio di occuparsi, e che rappresenta la vera radice del problema: il proibizionismo, che garantisce a chi gestisce quelle piazze di spaccio non soltanto un ricchissimo monopolio, ma anche il controllo pressoché militare su interi quartieri”. “Anziché illudersi di disinnescare quel controllo a colpi di stornelli – aggiungono gli scriventi – la sindaca farebbe meglio a dare un’occhiata al Manifesto per le città democratiche e antiproibizioniste promosso da Radicali Italiani: siamo convinti, canzonette a parte, che ci troverà dentro le risposte che i cittadini, specie quelli che vivono nelle periferie, aspettano da anni”, concludono.

Related posts

Columbus Covid 2 Hospital – Gemelli, il bilancio di un anno contro il coronavirus: efficienza, umanità e coraggio

Redazione Ore 12

Sono tornate a splendere le Fontane di Piazza Navona

Redazione Ore 12

Roma Capitale ricorda il Questore di Fiume Palatucci con un albero

Redazione Ore 12