Esteri

Gli svizzeri dicono di sì al referendum per il matrimonio tra coppie gay

La Svizzera ha detto sì alle nozze gay. Il referendum sulla modifica del Codice civile per aprire il matrimonio civile anche alle coppie omosessuali è stata approvato da una maggioranza del 64,1% degli elettori elvetici, secondo i risultati definitivi della consultazione. Il testo è stato approvato da tutti i 26 cantoni e semi-cantoni della Confederazione. A favore si sono espressi anche cantoni tradizionalmente conservatori. L’affluenza è stata del 52%, dato superiore alla media delle votazioni recenti. Con l’approvazione del referendum, le coppie omosessuali che si sposeranno civilmente godranno degli stessi diritti e doveri delle coppie eterosessuali. In particolare sarà consentita l’adozione alle coppie omogenitoriali, e due donne sposate potranno accedere alla procreazione medicalmente assistita tramite donazione del seme. La Conferenza dei Vescovi svizzeri si era schierata per il “No”, proponendo invece un adeguamento del precedente istituto dell’unione domestica registrata per le coppie omosessuali. Insieme al referendum sul cosiddetto “Matrimonio per tutti”, i cittadini svizzeri si sono espressi anche sulla proposta di aumentare le tasse sui capitali più elevati: in questo caso si è imposto il “No” con il 65% delle preferenze

Related posts

Affonda una petroliera al largo delle coste della Tunisia. Si teme un disastro ambientale

Redazione Ore 12

Il 14 luglio del 2016 il camion sulla folla a Nizza, morte 86 persone nell’attacco di un terrorista

Redazione Ore 12

Bielorussia, opposizione pronta a nuove proteste contro Lukashenko

Redazione Ore 12