Politica

Green Pass a blocchi

Il Consiglio dei ministri approva il Decreto. Per ora obbligo solo per scuola, formazione superiore e personale delle Rsa

Obbligo di Green Covid al rallentatore, o meglio a blocchi da parte del Governo. Il consiglio dei ministri ha varato il decreto con “misure urgenti per fronteggiare l’emergenza da Covid-19 in ambito scolastico, della formazione superiore e socio sanitario – assistenziale”. Ci sarà anche l’estensione del certificato anche al personale scolastico dei servizi educativi per l’infanzia, dei corsi serali e dei centri provinciali per l’istruzione degli adulti, dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale, dei sistemi regionali che realizzano i percorsi di istruzione e formazione tecnica superiore e degli Istituti tecnici superiori. Il dl estende l’obbligo di Green pass al personale esterno della scuola e dell’università e ai lavoratori delle Rsa. Tutto il resto e tutte le altre categorie nelle prossime settimane, così come aveva auspicato il leader della Lega ed infatti c’è da registrare l’approvazione delle scelte del Governo da parte del Carroccio che si è detto “soddifatto” perché, “dopo un confronto costruttivo, è riuscita a ottenere dal governo alcuni impegni importanti, confermati in sede di accoglimento di ordini del giorno e che saranno inseriti nei prossimi provvedimenti”. Si tratta, fanno sapere dal Carroccio “tra le altre cose, di milioni di euro per tamponi a prezzo simbolico per i minorenni e le famiglie in difficoltà, estensione della validità a 72 ore del tampone molecolare, il riconoscimento del tampone salivare rapido, il risarcimento per eventuali danni da vaccino, l’esclusione di obblighi estesi e generalizzati, ad esempio per l’utilizzo dei mezzi pubblici”. Sempre secondo le stesse fonti, un altro passaggio “importante” riguarda rinvio, rateizzazione e rottamazione delle cartelle esattoriali.

Related posts

Super Green Pass, ecco tutte le norme che entreranno in vigore dal 1 febbraio

Redazione Ore 12

Giustizia, Costa: “Stop a magistrati fuori ruolo”

Redazione Ore 12

Formigoni contrattacca: “La mia è una pensione non un vitalizio”

Redazione Ore 12