Economia e Lavoro

Il dolore di Berlusconi per la scomparsa di Doris: “Un patriota, un grande italiano”

“Ci ha lasciato Ennio Doris. Un grande uomo, un grande imprenditore, un grande patriota, un grande italiano”. Lo ha detto Silvio Berlusconi in una nota di cordoglio perla scomparsa. “Un uomo generoso, altruista, sempre attento agli altri, sempre vicino a chi aveva bisogno. Ci mancherà molto, mi mancherà moltissimo. A Massimo, a Sara, a Lina la mia vicinanza e tutto il mio affetto

“Ennio Doris ci ha lasciati in questa vita terrena. E’ scomparso un visionario, un innovatore, uno straordinario imprenditore, un altruista, un inguaribile ottimista”. Così il gruppo Banca Mediolanum ricorda sui social la figura del fondatore. “C’e’ anche domani era il suo motto – prosegue il cordoglio – E per tutti noi di Mediolanum Ennio Doris c’è ancora e ci sarà. Anche domani”. Pier Silvio Berlusconi: “Doris, un grandissimo imprenditore e una persona unica” – E’ “una stima infinita” quella che l’amministratore delegato di Mediaset, Pier Silvio Berlusconi, ha tributato a Ennio Doris. “E’ il primo sentimento che provo pensando al caro Ennio, un grandissimo imprenditore e una persona unica per valori, principi e umanità. Per me è sempre stato un esempio e un riferimento: mi ha sempre dato stimoli importanti anche dal punto di vista professionale, esprimendomi il suo sostegno fino all’ultimo. Mi stringo con affetto, commozione e riconoscenza alla cara Lina a Massimo e a Sara”.Marina Berlusconi: “E’ stato un punto di riferimento insostituibile” – La scomparsa di Ennio Doris è stata commentata direttamente anche dal presidente di Fininvest e Mondadori, Marina Berlusconi. La morte di Doris “ci lascia sgomenti. E’ stato un imprenditore geniale, il più corretto e leale dei partner, cui tutto il gruppo Fininvest deve moltissimo. Per me è stato anche un punto di riferimento insostituibile e ha rappresentato un meraviglioso insegnamento. Non potrò mai dimenticare il modo in cui concepiva la vita e il lavoro, la generosità, la capacità, rara, di costruire dal nulla uno dei principali gruppi italiani senza perdere la genuinità e l’entusiasmo degli inizi. Alla splendida famiglia che ha saputo creare, alla moglie Lina e ai figli Massimo e Sara mi stringo con affetto immenso”. Per Fininvest, e per l’intero Gruppo, “questo è un giorno di immensa tristezza”. La scomparsa di Ennio Doris “priva l’Italia di un imprenditore dallo straordinario talento innovativo, capace di creare, con l’appoggio convinto di Silvio Berlusconi, un nuovo modo di fare banca e di gestire risparmi e investimenti. Ma Fininvest perde anche un partner di eccezionale correttezza, lealtà e disponibilità, la cui visione e le cui capacità manageriali, assieme ai risultati che hanno permesso di raggiungere, sono state un supporto fondamentale per le strategie di sviluppo del Gruppo. Quasi quarant’anni di proficua collaborazione hanno permesso di costruire un rapporto molto più profondo di una partnership d’affari, un rapporto basato innanzitutto su una totale identità di vedute e su un solidissimo legame umano. Sugli stessi valori che il padre gli ha lasciato in eredità si fonda la sintonia con Massimo Doris, oggi alla guida di Banca Mediolanum avviata a nuovi successi senza perdere quell’impronta unica che il fondatore ha saputo imprimere. Al dolore di Massimo, della madre Lina, della sorella Sara la Fininvest partecipa con tutto il suo affetto e la sua amicizia”.

aggiornamento morte Ennio Doris del 24 novembre ore 17.27

Related posts

Dopo l’accordo con Vivendi, Mediaset pensa a una grande realtà pan-europea

Redazione Ore 12

Transizione ecologica, lanciato da Cingolani il portale nazionale sulla prestazione energetica degli edifici

Redazione Ore 12

L’Istat registra un nuovo dato positivo sulla crescita del Paese. Il dato era stato anticipato dal Premier Draghi – Pil avanti tutta ora è al +6,1%

Redazione Ore 12