Covid

Il virus corre tra i bambini, in aumento i contagi tra gli under 12

Covid 19 ora sceglie i bambini. Secondo uno studio e le rilevazioni dell’Istituto Superiore di Sanità un contagio su due avviene nella fascia d’età degli under 12. Gli esperti dell’Iss spiegano come “la malattia sia più lieve, ma il rischio di mortalità non è azzerato”. Cautela anche sui vaccini, dopo i dati di Pfizer sulla fascia 5-11: “Bene, ma ora aspettiamo l’ok dell’Aifa”. La tendenza – si legge su Repubblica – va avanti da otto settimane. È da luglio che sul totale dei casi tra le persone da 0 a 19 anni l’Istituto superiore di sanità osserva una riduzione del peso percentuale di quelli tra i ragazzi più grandi e un aumento tra i bambini. Quelli tra 0 e 11 anni rappresentavano il 20% delle diagnosi e adesso superano il 50%. Merito della vaccinazione, che ha fatto abbastanza rapidamente scendere i contagi tra gli adolescenti. Tra gli scienziati – prosegue Repubblica – chi frena di più sui vaccini ai bambini è Francesco Vaia, il direttore dello Spallanzani di Roma. “È ancora troppo presto. Non ci sono indicazioni univoche della comunità scientifica per vaccinare questa popolazione così sensibile. Dobbiamo evitare di rincorrere i comunicati stampa delle aziende. Il buon senso dice: aspettiamo, sospendiamo, vediamo». Vaia invita ad aspettare la statunitense Fda, l’europea Ema e l’Italiana Aifa. «Sono un fortissimo sostenitore del vaccino ma non è una pozione magica. Dobbiamo lavorare come società per risolvere a monte i problemi del contagio». L’infettivologo Massimo Galli, ordinario a Milano, spiega che i dati di Pfizer «rappresentano una sperimentazione con numeri importanti anche se non enormi, ma questa base ci consente di essere confidenti della possibilità di usare il vaccino nella fascia 5-11 anni. Ricordo che la variante Delta colpisce molto questa popolazione quindi credo che sia opportuno raccomandarlo”.
aggiornamento pandemia Covi del 22 settembre 2021 ore 15.35

Related posts

Zampa (Salute): “Sugli assembramenti serve il pugno duro”

Redazione Ore 12

Sono sette milioni e seicentomila gli italiani ancora senza vaccino. Ecco la situazione tra i giovani: uno studente su tre è ancora senza copertura

Redazione Ore 12

Possibile l’obbligatorietà del Green pass per l’accesso ai trasporti per i lunghi viaggi

Redazione Ore 12