La guerra di Putin

La Russia annuncia: “Mariupol è sotto il nostro controllo”. Ma sono ancora decine i civili bloccati nell’acciaieria di Azovstal  

L’esercito russo controlla Mariupol e quello che resta dei combattenti ucraini è “bloccato” nella zona industriale dell’acciaieria Azovstal. Lo ha dichiarato il ministro della Difesa russo, Serghei Shoigu. “Nei territori delle repubbliche di Lugansk e Donetsk, liberati dai nazionalisti, si sta instaurando una vita pacifica”, ha dichiarato, “anche a Mariupol, il piu’ grande snodo industriale e dei trasporti sul Mar d’Azov, che è sotto il controllo dell’esercito russo”. “Quello che rimane dei militanti situati nella zona industriale dell’impianto di Azovstal è bloccati in modo sicuro attorno all’intero del perimetro di questo territorio”, ha aggiunto il ministro. “Ripetute proposte ai nazionalisti di liberare i civili e deporre le armi con la garanzia di salvare vite umane e un trattamento dignitoso in conformità con il diritto internazionale sono state ignorate”, ha detto Shoigu, assicurando che “tentativi in questo senso” da parte di Mosca “continuano”. Sono ancora oltre 200 i civili che si trovano nei rifugi dell’acciaieria Azovstal, assediata dalle forze russe. Lo ha confermato il deputato ucraino di Odessa, Leksiy Goncharenko, nel corso di un’intervista all’emittente Bfmtv. “Al momento nell’Azovstal si trovano più di 200 civili, tra cui donne e bambini”, ha affermato.

aggiornamento la guerra di Putin ore 16.28

Related posts

Ucraina, la situazione nei campi di battaglia, l’analisi tecnico-militare di Redgreen Website

Redazione Ore 12

Mosca ammette l’affondamento della sua ammiraglia Moskva nel Mar Nero. Gran parte dell’equipaggio sarebbe disperso

Redazione Ore 12

Continua ad oltranza la trattativa per arrivare ad un cessate il fuoco. Negoziato senza mediatori va avanti a singhiozzo e tra alti e bassi

Redazione Ore 12