Cronaca

L’ex calciatore Sartor aveva intrapreso un’altra professione: la coltivazione della marijuana. Ora è ai domiciliari

La Guardia di Finanza di Parma lo ha trovato assieme al complice mentre stava curando la sua serra molto particolare: 106 piante di marijuana che aveva deciso di coltivare in un casolare abbandonato di Lesignano Palmia, piccola frazione della montagna parmense. Protagonista della vicenda, ora agli arresti domiciliari, l’ex giocatore di calcio Luigi Sartor, 46 anni.  Lo riporta la Gazzetta di Parma. L’ex di Juventus, Inter, Roma e Parma ha scelto la città emiliana come sua residenza undici anni fa. E venerdì scorso, all’ora di pranzo, gli agenti della Fiamme Gialle lo hanno trovato assieme a un altro 46enne di Parma, Marco Mantovani, intento a curare la coltivazione che, secondo le stime, avrebbe potuto fruttare oltre due chili di sostanza stupefacente. 

Related posts

Bottiglia incendiaria lanciata contro un Polo vaccinale a Brescia. Nessun ferito

Redazione Ore 12

Controlli antiriciclaggio della Guardia di Finanza ai compro oro vicentini

Redazione Ore 12

Operazione Stazioni Sicure. La Polizia di Stato intensifica i controlli nelle stazioni ferroviarie dell’Emilia Romagna, Marche, Umbria e Abruzzo

Redazione Ore 12