Cronaca

L’ex calciatore Sartor aveva intrapreso un’altra professione: la coltivazione della marijuana. Ora è ai domiciliari

La Guardia di Finanza di Parma lo ha trovato assieme al complice mentre stava curando la sua serra molto particolare: 106 piante di marijuana che aveva deciso di coltivare in un casolare abbandonato di Lesignano Palmia, piccola frazione della montagna parmense. Protagonista della vicenda, ora agli arresti domiciliari, l’ex giocatore di calcio Luigi Sartor, 46 anni.  Lo riporta la Gazzetta di Parma. L’ex di Juventus, Inter, Roma e Parma ha scelto la città emiliana come sua residenza undici anni fa. E venerdì scorso, all’ora di pranzo, gli agenti della Fiamme Gialle lo hanno trovato assieme a un altro 46enne di Parma, Marco Mantovani, intento a curare la coltivazione che, secondo le stime, avrebbe potuto fruttare oltre due chili di sostanza stupefacente. 

Related posts

Migranti, inarrestabili gli sbarchi a Lampedusa. Arrivati in 134 su due barconi soccorsi al largo dell’isola

Redazione Ore 12

Lieto fine a Napoli, l’anziana derubata del gratta e vinci da 500 mila euro potrà incassare la vincita. Dissequestrato il tagliando

Redazione Ore 12

Carceri, Sindacato Polizia Penitenziaria: “Necessario cambio politiche”

Redazione Ore 12