Imprese e Sindacato

Licenziamenti e vertenze aperte, Bombardieri (Uil): “Draghi ci riconvocherà”

Nell’incontro, in merito alla vicenda dello sblocco dei licenziamenti, “abbiamo chiesto al Presidente del Consiglio di riconvocare il tavolo previsto nell’accordo sottoscritto” lo scorso 29 giugno a Palazzo Chiigi “e lui ha detto che ci convocherà nell’ultima settimana di agosto o nella prima di settembre”. Lo ha riferito il Segretario generale della Uil, PierPaolo Bombardieri, nel corso della trasmissione “Agorà estate” in onda su Rai3. “Vorrei ricordare – ha proseguito Bombardieri – che quando siamo andati in piazza per chiedere la proroga del blocco dei licenziamenti, la politica e il Governo parlavano di selettività, ma i soldi alle aziende sono stati dati a tutte, anche a quelle che hanno la sede legale all’estero. Bisognerebbe, invece, chiedere un impegno preciso alle aziende perché mantengano l’occupazione”. Inoltre – ha sottolineato il leader della Uil – “si dovrà, finalmente, parlare di politiche industriali in questo Paese e contrastare lo strapotere delle multinazionali, mettendo sul tavolo scelte chiare. Oggi, queste scelte di politica industriale, anche rispetto alle risorse previste nel PNRR, mi pare che ancora non ci siano. Forse – ha concluso Bombardieri – sarebbe necessario partire da qui e dal finanziamento degli ammortizzatori sociali e delle politiche attive del lavoro”.
aggiornamento vertenze e licenziamenti del 5 luglio ore 10.42

Related posts

La guerra dei licenziamenti

Redazione Ore 12

Sindacati: “Disponibilità immediata a incontrare Mario Draghi”

Redazione Ore 12

Ristoranti, Fipe-Confcommercio: in 14 mesi bruciati 514mila posti di lavoro

Redazione Ore 12