Roma Capitale

L’Italia si svela nelle Giornate FAI d’Autunno 2022. In Campidoglio la presentazione della XI edizione. A Roma aperti sei luoghi speciali di Sara Valerio

È stato presentato a Roma il programma dell’XI edizione delle “Giornate FAI d’Autunno” previste per sabato 15 e domenica 16 ottobre 2022, in tutta Italia. Ungrande evento di piazzache il Fondo Italiano per l’Ambiente dedica al patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese, animato e promosso da 130 Delegazioni, 110 Gruppi FAI, 93 Gruppi FAI Giovani e 7 Gruppi FAI Ponte tra culture.

Saranno aperti al pubblico 700 luoghi speciali in 350 città, in tutte le regioni: meraviglie da scoprire nascoste in luoghi poco conosciuti e solitamente inaccessibili, che raccontano storia e natura dell’Italia, spaziando dall’archeologia all’architettura, dall’arte all’artigianato, dalla tradizione alla memoria, dall’antico al moderno. Luoghi selezionati perché meritevoli di essere conosciuti e valorizzati, molti dei quali solitamente inaccessibili, dove verranno proposte visite a contributo libero.  

Ad affiancare i volontari del FAI ci saranno gli studenti delle scuole italiane che partecipano al progetto “Apprendisti Ciceroni”, un percorso formativo, che, con il supporto dei docenti, li prepara a vivere una coinvolgente esperienza di cittadinanza attiva, per favorire lo sviluppo di una maggiore sensibilizzazione verso il patrimonio italiano, inteso nel suo senso più ampio e profondo. 

Il Fondo Italiano per l’Ambienteè nato nel 1975 proprio per tutelare e valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico attraverso numerose iniziative, tra cui le giornate FAI, che dal 1993 rappresentano una grande festa dedicata alla bellezza di questo Paese.

Il Presidente Marco Magnifico racconta che in 30 anni di manifestazione “sono stati aperti 14.500 monumenti visitati da oltre 12 milioni di italiani accompagnati da un esercito di 145 mila volontari”.

Sarà un weekend dedicato alla storia e alla cultura dell’Italia, che permetterà ai visitatori di sentirsi parte dei territori in cui vivono e di cui spesso non conoscono appieno la bellezza e il valore. Un misto di arte e natura, una ricchezza sorprendente e inaspettata che si svela attraverso i grandi monumenti o nei musei, ma anche in edifici e paesaggi inediti e sconosciuti, luoghi speciali che custodiscono e testimoniano piccole e grandi storie, culture e tradizioni, “un patrimonio eccentrico” come lo ha definito Marco Magnifico. 
Ecco alcune delle aperture più interessanti:

Il bellissimo e poco conosciuto Santuario di Mamma Nostra di Bivongi (RC), la chiesa del Carmine Maggiorenel mercato di Ballaró di Palermo, i chiostri e gli straordinari filari di San Francesco della Vigna, con la facciata realizzata dal Palladio che si affaccia sulla laguna di Venezia, il Campus Einaudi, progettato a Torino dall’archistar inglese Norman Foster e incluso dalla Cnn fra i 10 edifici universitari più spettacolari del mondo e il porto di La Spezia, finora mai aperto al pubblico.

Roma sono sei i luoghi speciali che si potranno visitare: le Corsie Sistine con i loro 120 metri di affreschi appena restaurati nel complesso di cura di Santo Spirito in Sassia, la sede Rai di via Asiago, la basilica di Santa Croce in Gerusalemme, Palazzo Firenze, il Teatro dell’Opera e il complesso monumentale di San Cosimato.

Nel Lazioinvece, tra gli altri,porte aperte al Forte Michelangelo a Civitavecchia e alla Bandita di Sebastian Matta nelle campagne dì Tarquinia.

Una benefica immersione tra arte, storia e natura e anche una preziosa occasione  per prendere consapevolezza, una volta di più, dell’immenso e variegato patrimonio di cultura e ambiente del nostro Paese.   L’elenco completo dei luoghi aperti è consultabile sul sito www.giornatefai.it.

 

 

Related posts

Sorpresi dai Carabinieri a bruciare rifiuti pericolosi, denunciati in due a La Storta

Redazione Ore 12

Malagrotta, Gualtieri: monitoriamo dati Arpa, al lavoro per riapertura TM1

Redazione Ore 12

Formazione, dalla Regione Lazio altri 2,4 mln per il potenziamento degli Istituti Superiori

Redazione Ore 12