Politica

M5S, Modena (FI): “Contraddizioni dei grillini saranno valutate dai loro elettori”

“Il tema della ‘famosa’ scissione dei 5 Stelle, questa lite a colpi di conferenze stampa e sui social tra Grillo e Conte, è ormai da settimane sulle prime pagine dei giornali e dei tg. Ma l’elemento politico da rilevare è soprattutto la mediazione messa in atto da Di Maio e Fico, per riuscire a evitare spaccature con riferimento al governo, perché alla fine non dimentichiamoci che nel 2018 un terzo degli italiani ha voluto votare 5 Stelle e che rappresentano la forza primaria in Parlamento, nonché la forza più cospicua che sostiene Draghi. Naturalmente, una scissione avrebbe potuto comportare anche il ‘capolinea’ per questo governo”. Lo dichiara la senatrice Forza Italia Fiammetta Modena. “Alla fine, quello che è emerso, è che nei 5 Stelle prevale sempre la salvaguardia della loro anima governi sta, evidenzia la parlamentare azzurra. Credo che sia la contraddizione più grande in cui sono caduti, che penso e spero che coloro che li hanno votati valutino: inizialmente doveva essere un movimento che da solo, senza alleanze, si proponeva di governare e cambiare il Paese, ma nella realtà dei fatti- dal 2018 ad oggi – sono il partito che più di tutti ha garantito sempre e comunque un governo, indipendentemente dalle alleanze e dalle situazioni.
Ciò significa che molto spesso, cavalcare la rabbia – anche giustificata – dei cittadini non significa che questi vedano portare a casa i risultati che sperano, per i quali hanno votato”, conclude.

Related posts

Sondaggio Dire-Tecnè – Il Pd resta primo partito con il 20,3%, seguono FdI 19,9% e terza piazza alla Lega con il 18,4%

Redazione Ore 12

Lamorgese chiede di aumentare i corridoi umanitari con la Libia. Il confronto con le Ong

Redazione Ore 12

Governo, poche ore ancora per ricomporre il puzzle giallorosso

Redazione Ore 12