Roma Capitale

Peste suina, gli ambientalisti: “Non all’abbattimento indiscriminato dei cinghiali”

La commissione Agricoltura e ambiente del Consiglio regionale ha concluso oggi, con le associazioni ambientaliste, il ciclo di audizioni dedicate all’emergenza peste suina, malattie “di specie”, non trasmissibile agli essere umani, che è stata rilevata in alcuni cinghiali trovati morti nella zona della riserva dell’Insugherata e in provincia di Rieti. Le due associazioni presenti, Earth e Attivisti gruppo randagio, hanno manifestato netta contrarietà al piano di abbattimento dei cinghiali stabilito dalla Regione, giudicato “inefficace e pretestuoso”. Secondo gli ambientalisti bisognava piuttosto puntare su campagne di sterilizzazione farmacologica, sul contenimento mediante reti adeguate, sulla cattura e il reinserimento in natura degli esemplari “urbanizzati”. Gli ambientalisti, infine, hanno chiesto la creazione di un tavolo di confronto con i tecnici per prospettare alle direzioni regionali competenti soluzioni alternative e – a detto loro – più efficaci. La presidenza della commissioni ha preso l’impegno di rappresentare le loro posizioni, compresa la richiesta del tavolo tecnico agli assessorati regionali che seguono la vicenda.

 

 

 

Related posts

Diaco (M5S): “Noi tutti con la Sindaca Raggi”

Redazione Ore 12

Regione Lazio, Desideri: “Sul trasferimento di competenze urbanistiche a Roma si arena il Collegato alla Finanziaria di Zingaretti”

Redazione Ore 12

Prosegue l’iter legislativo della proposta sulla governance regionale della gestione dei rifiuti

Redazione Ore 12