Covid

Rasi (Tor Vergata): “Se circolazione virus resterà così bassa la vaccinazione degli under 12 potrebbe essere evitata”

“Se la circolazione del virus restasse a questi livelli e non si riscontrassero problemi particolari nei bambini, la vaccinazione degli Under 12 potrebbe essere evitata”. E’ quanto sostiene in un’intervista a ‘La Stampa’ Guido Rasi, professore ordinario di Microbiologia a Roma Tor Vergata, ex direttore dell’Ema e consulente per la campagna vaccinale del generale Figliuolo, che ritiene “non scontata la copertura dei più piccoli, così come non lo è la terza dose a tutti”. Secondo l’eperto, nonostante la leggera crescita dei positivi legata ai tanti tamponi per ottenere il Green Pass, “il tasso di positività rimane stabile, anche se l’inverno è lungo ed è presto per cantare vittoria. Un quadro chiaro si avrà a fine novembre, quando dovrebbe arrivare l’autorizzazione dell’Ema per la vaccinazione degli Under 12. A quel punto si capirà se è davvero necessaria, così come la terza dose, cioè se la nostra immunità di comunità sarà sufficiente o meno”. Se tenesse non si vaccinerebbero i bambini? “Negli Stati Uniti si nota una crescita di casi pediatrici, ma in Italia grazie a Green Pass e mascherine potrebbe andare diversamente”. Rasi è prudente anche sulla necessità di un richiamo generalizzato: “Non è detto, saranno i dati dei prossimi due mesi a dirci quanto la popolazione sotto i 60 anni si reinfetterà. Intanto, giusta la terza dose ad anziani e fragili per prudenza”. Se si arriverà al 90% di vaccinati over 12 entro dicembre “sarebbe un ottimo risultato. La vaccinazione è rallentata, ma procede e migliora la nostra vita”.

Related posts

Germania, il virus contagia oltre 50mila persone e le vittime sono 235

Redazione Ore 12

Chi ha avuto il Covid potrebbe avere l’immunità garantita

Redazione Ore 12

Green Pass (9 mesi) dopo la seconda dose vaccinale. Blocco notturno alle 23

Redazione Ore 12