Cronaca

Recuperato il corpo della donna accusata dell’omicidio a Verona delle sue due figliolette

I vigili del fuoco e gli uomini della squadra mobile della questura di Verona hanno ripescato nell’Adige il corpo senza vita di Sachithra Ninansala Fernando Dewendra Mahawaduge, la donna cingalese 34enne scomparsa e gravemente sospettata  di aver assassinato le sue due figlie di 3 e 11 anni che erano ospiti della comunità educativa ‘Mamma Bambino’. La donna era scomparsa ieri dopo la morte delle figlie. Sulla riva del fiume era stato trovato un cellulare che gli investigatori ritenevano potesse essere il suo. Nel corso della giornata sono anche state eseguite all’istituto di medicina legale di Verona le autopsie sul corpo delle due bambine di 3 e 11 anni. Dalle prime analisi, l’ipotesi preliminare pare quella del soffocamento, ma per formulare un’ipotesi più completa sulle cause del decesso sarà necessario attendere gli esiti dell’esame tossicologico.

Related posts

Coniugi scomparsi a Bolzano, è stato fermato il figlio. L’accusa: duplice omicidio e occultamento di cadaveri

Redazione Ore 12

Concorsi, sospesi ex dirigenti pubblici e funzionari. L’accusa per 8 indagati è: “Turbativa d’asta, concussione, abuso d’ufficio e falso ideologico”

Redazione Ore 12

Sosteneva di essere povera, incassava il reddito di cittadinanza, ma aveva vinto 300mila euro a un gioco on line

Redazione Ore 12