Cronaca

Risucchiata da un macchinario agricolo, gravissima una ragazza nel piacentino

Una 26enne è rimasta gravemente ferita in un’azienda agricola nel comune di Calendasco, in località Boscone Cusani, in provincia di Piacenza. Era al lavoro in un campo e pare stesse attingendo acqua da irrigazione da un pozzo attraverso una idrovora quando è rimasta impigliata per i capelli nel meccanismo e ha battuto violentemente la testa. Trasportata d’urgenza con l’eliambulanza all’ospedale di Parma è in prognosi riservata. Secondo quanto riferito dai carabinieri, la giovane ha origini albanesi ed è assunta regolarmente e a tempo indeterminato in un’azienda agricola che ha sede legale a Rottofreno, nel Piacentino, lo stesso comune in cui vive la ragazza. In base a quanto ricostruito, la 26enne avrebbe battuto la testa in modo violento, dopo essere rimasta impigliata per i capelli a un attrezzo agricolo chiamato cardano.

Related posts

67 persone condannate per le violente proteste contro il Tap

Redazione Ore 12

Nuovo femminicidio, questa volta nel vicentino. Giovane donna assassinata dal marito

Redazione Ore 12

Trapianti, organi e tessuti viaggeranno anche sulla Tav e sui Freccia Rossa

Redazione Ore 12