Roma Capitale

Roma Capitale in campo per Uefa-Euro 2020

Celebrare il 60° anniversario degli Europei di calcio e riportare verso la normalità l’organizzazione dei grandi eventi. Sono i due obiettivi che animeranno UEFA EURO 2020, la 16ª edizione del torneo per squadre nazionali maggiori maschili continentale organizzato dalla UEFA. Roma sarà così protagonista assoluta di un mese caratterizzato finalmente da socialità e condivisione, dopo tanti mesi di chiusure e restrizioni.

Durante i giorni del torneo, infatti, Roma Capitale, in sinergia con UEFA e la Federazione Italiana Giuoco Calcio (FIGC), organizzerà iniziative diffuse sul territorio cittadino. Lo stadio Olimpico potrà ospitare, sulla base di protocolli sanitari per il contenimento e la prevenzione del Covid, circa 16mila spettatori.

Viene presentata oggi ufficialmente la Local Ambassador per Roma di UEFA EURO 2020: l’attrice Cristiana Capotondi, che rappresenterà la città durante le iniziative e gli eventi. Si aggiunge ad altri due Ambassador: i campioni Gianluca Vialli e Francesco Totti. Le principali informazioni, contenuti e indicazioni relativi a eventi e iniziative nella città di Roma saranno disponibili in tempo reale sul sito ufficiale http://www.euro2020roma.com/

Il cuore pulsante delle attività sarà il Football Village situato in Piazza del Popolo. Intorno graviteranno 4 Hot Spot collocati da Roma Capitale nei pressi di via del Corso: Piazza San Silvestro, Piazza San Lorenzo in Lucina, Piazza Mignanelli, Largo dei Lombardi. Tutti questi spazi andranno a configurare così una Fan Zone che accoglierà cittadini e turisti, amanti del calcio e appassionati di cultura. In particolare in Piazza del Popolo saranno allestiti due maxischermi e un palco, che consentiranno di guardare le partite del torneo, mentre sarà possibile passeggiare e intrattenersi tra dieci stand messi a disposizione dagli sponsor e dai partner dei progetti di Roma Capitale. In via dei Fori Imperiali verrà invece montato uno schermo per tutte le partite che si svolgeranno nella Città di Roma.

Presso la Terrazza del Pincio, Roma Capitale farà allestire un Media Center, luogo di lavoro e ritrovo di tutti i professionisti dell’informazione, e una Food Area che proporrà i principali prodotti della tradizione culinaria e gastronomica romana. Subito fuori il Media Center sarà organizzato un Dome, una cupola che proporrà attività di intrattenimento all’interno di un diametro di 10 metri, con iniziative promosse dai principali sponsor della manifestazione. A rafforzare la visibilità delle iniziative promosse da Roma Capitale saranno i due Local Media Supporter: Corriere dello Sport-Stadio e Dimensione Suono Roma.

L’organizzazione di UEFA EURO 2020 potrà inoltre contare su una squadra di volontari che verrà coordinata da Roma Capitale. Il loro lavoro sul territorio, di concerto con il programma volontari promosso dalla UEFA, costituirà la spina dorsale per l’accoglienza e gli spostamenti di cittadini e visitatori. Saranno, infatti, impiegati soprattutto in aree come stazioni ferroviarie e aeroporti, hub di trasporto, dal centro della Città di Roma sino alle periferie. Forniranno inoltre supporto presso la Fan Zone e il Media Center, rispondendo a ogni singola richiesta di informazioni.

“Siamo lieti di poter confermare che gli Europei UEFA EURO 2020 si terranno a Roma. La Capitale d’Italia era già pronta da un anno ad ospitare questo grande evento internazionale. E lo è ancora di più oggi perché rappresenta un’occasione di ripartenza. Sarà uno spettacolo unico dall’appeal incredibile, non solo e semplicemente perché ospitiamo quattro partite di calcio del campionato continentale ma perché sarà un evento che coinvolgerà Roma con molteplici iniziative, sportive ma anche culturali e di intrattenimento, nella splendida cornice della nostra città in una delle Fan Zone più grandi d’Europa”, dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi.

“Avremo un mese denso di iniziative a corollario delle gare sportive, un mese di cultura, sport, intrattenimento, musica e spettacolo nel pieno rispetto delle normative anti Covid che ci verranno indirizzate. La città è assolutamente preparata per offrire ai turisti, ai cittadini e ai tifosi che potranno assistere di persona alle gare un momento di convivialità e di socialità di cui abbiamo fortemente sentito la mancanza in questi ultimi mesi. Siamo entrati nel vivo della manifestazione, il Trophy Tour, con la Coppa che ha girato per i luoghi più iconici della nostra città, rappresenta il primo evento degli Europei. Ringrazio tutti gli attori coinvolti nell’organizzazione della manifestazione, a partire dai diversi uffici di Roma Capitale, e, in particolar modo, l’Ufficio di Scopo predisposto per l’evento sotto il mio impulso in qualità di Commissario Straordinario eletto dalla Sindaca per UEFA EURO 2020”, afferma Daniele Frongia, Commissario Straordinario UEFA EURO 2020.

“Una festa di calcio e una festa di sport – le parole di Valentina Vezzali, Sottosegretaria allo Sport -. È questo che immagino sarà l’11 giugno per l’Italia. La partita inaugurale di UEFA EURO 2020, che attendiamo da più di un anno, avrà un valore che va ben oltre quello sportivo ed agonistico. Il calcio d’inizio segnerà la fine – simbolica – di un incubo. È anche per questo che abbiamo voluto assumere l’impegno di prevedere la presenza dei tifosi nelle quattro tappe italiane dell’evento continentale. Per Roma EURO 2020 sarà inoltre anche l’opportunità per vivere l’ennesimo grande evento sportivo di una straordinaria estate italiana!”.

“L’Europeo a Roma sarà un evento straordinario – sottolinea il presidente della FIGC, Gabriele Gravina -. Insieme al Comune e a tutti i partner istituzionali stiamo organizzando un festival di passione e di colori che, dopo oltre un anno di pandemia, ha amplificato il suo messaggio di speranza e di condivisione varcando i confini del calcio. Festeggeremo in sicurezza la ripartenza dell’Italia e dell’Europa in quello che sarà ricordato come un evento storico. La FIGC l’ha sempre creduto possibile, non vediamo l’ora di viverlo assieme a tanti appassionati”.

Principale polo di attrazione sarà il Football Village di Piazza del Popolo | Nel pieno rispetto dei limiti architettonici imposti per salvaguardare il patrimonio artistico e delle misure di prevenzione e contenimento del Covid, la storica Piazza si preparerà ad accogliere decine di eventi e attività per i 30 giorni che vanno dall’inizio alla fine del torneo. Attorno all’obelisco di Piazza del Popolo verrà allestito un villaggio interamente dedicato al calcio, ai 60 anni degli Europei di Calcio e alla voglia di ripartire dopo lunghi mesi di lockdown: 10 stand da 60mq per gli sponsor, una struttura per praticare attività sportiva in linea con le misure Covid in vigore, una zona giochi interattiva per grandi e piccoli, ledwall per seguire le partite e spazi relax. La Terrazza del Pincio sullo sfondo farà da cornice a un grande maxischermo e al palco dove si alterneranno artisti e sportivi.

The Unique Jersey – Un’esperienza di divertimento collettivo | Mentre le maglie delle Nazionali sono protagoniste sui campi di calcio, per le strade della Città di Roma i tifosi di calcio, gli amanti dello sport, famiglie e turisti vestiranno una maglia unica, quella della “condivisione”. Lo spirito sarà quello di una grande festa, il simbolo di una “maglia unica”. Costruita come cornice attraverso la quale osservare Roma, la maglia diventerà un’installazione 3D, come un landmark, un punto di riferimento collocato nei luoghi iconici della Città di Roma e nella Fan Zone. In particolare, il landmark sarà collocato nel Football Village, nel Media Center e nei quattro Hot Spot come sfondo fotografico ideale per entrare a far parte dell’esperienza dello spettatore.

Terrazza del Pincio: Food Area & Media Center | Collocato sulla meravigliosa Terrazza del Pincio, costituirà il punto di riferimento per tutti i giornalisti e gli operatori dell’informazione durante la rassegna. L’area sarà dotata di postazioni e strumenti di supporto al lavoro, spazi per conferenze e incontri, punti di ristoro, informazioni su come spostarsi.

UEFA EURO 2020 – Il Torneo | La fase finale del torneo verrà disputata in 12 differenti città europee e la partita inaugurale tra Italia e Turchia si terrà l’11 giugno alle ore 21 allo Stadio Olimpico di Roma, dove si giocheranno le altre due partite del girone della Nazionale italiana (Italia-Svizzera del 16 giugno e Italia-Galles del 20 giugno) e un quarto di finale sabato 3 luglio. Tutti i match, l’accesso e il deflusso saranno organizzati pienamente in linea con protocolli di sicurezza sanitaria finalizzati alla prevenzione e al contenimento del Covid: Sport e Salute SpA, Società per la promozione dello sport di base e dei corretti stili di vita che è anche proprietaria dello Stadio, ha lavorato al piano “Olimpico sicuro” fin da settembre per essere pronta a riaprire i tornelli anche durante il campionato di calcio di Serie A. Ma l’obiettivo della Società è sempre stato l’appuntamento cruciale dell’Europeo e creare le condizioni migliori a UEFA, FIGC e governo per dare il via libera al torneo. Così è stato, con grande soddisfazione di tutti e di Sport e Salute che ha sempre avuto in testa il traguardo del ritorno del pubblico per colorare di nuovo lo sport. È stato fatto un investimento sulla tecnologia (Termotelecamere, Control room, flussi canalizzati, sanificazione)  e oggi lo Stadio Olimpico è uno dei più smart d’Europa. Come vedranno gli spettatori a partire dal grande giorno: l’11 giugno.

Roma sarà una delle città che ospiteranno UEFA EURO 2020, insieme a Amsterdam, Baku, Bucarest, Budapest, Copenhagen, Glasgow, Londra, e S. Pietroburgo. Venerdì 23 aprile, la UEFA prenderà una decisione sulle restanti tre città: Bilbao, Dublino e Monaco. Mascotte dell’evento è Skillzy, ispirata al mondo del freestyle.

inattaccabile tempo. L’idea di Sabrina Zuccalà si basa sul concetto che per migliorare la città bastano anche piccoli contributi: l’importante è che siano mirati e innovativi.

”Roma – spiega Zuccalà – è pronta: da sempre abituata a farsi scivolare addosso la presenza di re, imperatori e papi, artisti, turisti e studiosi, ora per la capitale d’Italia è arrivato il momento di diventare eterna grazie alla protezione nanotecnologica dei suoi monumenti. Queste formulazioni riducono l’energia di superficie dei materiali sui quali sono applicate e creano una barriera che rende praticamente invulnerabili e inattaccabili anche i monumenti più antichi e fragili”.

“Noi sviluppiamo specifici trattamenti nanotecnologici per la conservazione dei materiali archeologici e delle Belle Artie abbiamo individuato nella Fontana della Barcaccia a Piazza di Spagna il giusto punto di partenza per avviare in questo senso la città verso un futuro più bello e solido. Umidità, muffe, smog e sporcizia dopo questo intervento non saranno più un problema per l’ingegnosa fontana che fu costruita leggermente sotto il livello del terreno per dissimulare il problema della scarsa pressione dell’acqua da Pietro Bernini, aiutato nella realizzazione dal figlio Gian Lorenzo.

Dal 1629 la fontana ha assistito a innumerevoli scene di vita, è stata ammirata, fotografata, usata e qualche volta purtroppo danneggiata – dice – L’idea di proteggerne l’essenza più profonda racchiude in sé il concetto del rispetto: per l’impegno dedicato a realizzare la bellezza, ma anche per l’immagine della città in senso più ampio.

Il trattamento nanotecnologico può essere visto alla stregua di un percorso di formazione al rispetto che, partendo dai cittadini, potrà espandersi a tutti i visitatori della città eterna. Si protegge un monumento storico mettendolo sulla ribalta dell’innovazione e la Fontana della Barcaccia dopo il trattamento nanotecnologico potrà essere ammirata con occhi nuovi, quelli della consapevolezza della sua importanza.

All’interno del circolo virtuoso del trattamento nanotecnologico entra a far parte anche il risparmio del denaro pubblico di cui potrà beneficiare il Comune di Roma, evitando eventuali e futuri interventi di restauro a breve termine . Si parte dalla nanotecnologia e dall’infinitesimale e si può arrivare lontano”.

Related posts

Cambiamenti climatici, siglato l’accordo tra Roma Capitale e Cmcc per la strategia di adattamento delle città

Redazione Ore 12

Controlli anti-droga dei Carabinieri nella Capitale, arresti e sequestri

Redazione Ore 12

Roma, mobilità: lavori in via Porta San Sebastiano e via Ozanam, bus deviati

Redazione Ore 12