Primo piano

S’aggrava il bilancio del disastro della funivia del Mottarone: le vittime sono 14

E’ ormai definitivo il bilancio del disastro della funivia che portava da Stresa al Monte Mottarone. Quattordici delle persone a bordo sono morte, tra loro anche uno dei bambini che era stato trasportato in elisoccorso a Torino. Secondo una prima ricostruzione fatta dai Carabinieri si sarebbe staccato un cavo di acciaio – che dovrebbe essere il cavo portante della cabinovia. “Si è staccato e a seguito di questo saranno successe azioni concatenanti che hanno portato allo sgancio della cabinovia dal resto dei cavi che sono rimasti integri”. Si tratta di “due file di cavi” e “sarà da chiarire” perché la cabinovia – rimasta chiusa durante il lockdown e riaperta da poco – è caduta nel vuoto “all’altezza dell’ultimo pilastro”. Questa la prima ricostruzione fatta da Giorgio Santacroce, tenente colonnello del Nucleo operativo dei carabinieri di Verbania, intervenuto sul posto insieme ai suoi uomini. “E’ un po’ presto per dare delle spiegazioni sulla dinamica dell’incidente. L’impianto è sotto sequestro, non abbiamo ancora sentito il gestore della funivia, prima completiamo la fase di soccorso”, fa sapere ancora Santacroce, sottolineando che “la cabina può portare anche più persone: in questo periodo di Covid i posti sono ridotti”, ma 15 persone erano “regolari” . Il ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili ha istituito una Commissione Ispettiva. Il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha espresso un “rigoroso richiamo alla sicurezza”, il presidente del Consiglio Mario Draghi “profondo dolore”.

Related posts

Draghi e il clima: “Emergenza pari alla pandemia da Sars Cov 2”

Redazione Ore 12

Addio Raffaella

Redazione Ore 12

Unesco: compleanno con record export per la Dieta Mediterranea

Redazione Ore 12