Imprese e Sindacato

Sbarra (Cisl) ricevuto dal Papa. Al centro del colloquio la dignità e la sicurezza del lavoro

Il Segretario Generale della Cisl, Luigi Sbarra, è stato ricevuto in udienza privata nel Palazzo Apostolico della Città del Vaticano dal Santo Padre, Papa Francesco.
“Con immensa gioia ho espresso al Sommo Pontefice la mia profonda gratitudine personale e quella degli oltre quattro milioni di iscritti alla Cisl, per il Suo alto magistero sociale che ci richiama quotidiamente alle nostre responsabilità”- ha sottolineato il leader della Cisl, Luigi Sbarra, al termine dell’incontro. “Papa Francesco è per la Cisl, sindacato aconfessionale ma saldamente ispirato ai valori della dottrina sociale della Chiesa, un punto di riferimento costante in questo nostro tempo segnato in tutto il pianeta dalle gravi conseguenze economiche e sociali a causa della pandemia. Abbiamo l’esigenza di mettere al centro il tema del lavoro, della sua dignità e sicurezza, affrontando il problema grave della disoccupazione, dell’aumento della povertà e delle diseguaglienze sociali attraverso il dialogo e la concertazione virtuosa tra le istituzioni ed i corpi sociali. Per questo oggi abbiamo voluto testimoniare al Santo Padre la volontà di rispondere concretamente ai Suoi appelli con il nostro agire quotidiano, nel segno di una reale solidarietà, dell’inclusione sociale, di una maggiore presenza nelle periferie esistenziali, del sostegno ai più deboli e bisognosi della società”.

Related posts

Patto Confindustria-Enea per la promozione dell’idrogeno

Redazione Ore 12

Persi in 16 mesi 470mila occupati e l’80% sono lavoratori autonomi. Spazzate via 776 Partite Iva ogni giorno

Redazione Ore 12

Arriva in Piemonte la prima gigafactory per la produzione di batterie e auto elettriche

Redazione Ore 12