Economia e Lavoro

Starace (Enel): “Con le rinnovabili energia meno cara e saremo liberi dal gas”

“Chi prima e chi dopo, tutti negli ultimi dieci anni hanno capito che le rinnovabili sono competitive, convenienti e sono l’asse portante della generazione di energia elettrica dei prossimi anni” e “non è un fenomeno circoscritto al mondo dell’energia elettrica, perché quando quest’ultima è prodotta con le rinnovabili sovverte alcuni canoni. Comincia a costare molto poco, stabilmente. Quindi diventa disponibile per usi diversi. Ora si elettrificano i trasporti, poi i consumi per il calore, quelli per cucinareetanti altri. Questa è la parola del decennio: elettrificazione”, dice al Corriere della Sera l’amministratore delegato dell’Enel Francesco Starace. “Il costo marginale dell’energia è in funzione della tecnologia che domina il mix. Se avessimo il mix previsto per il 2030, con prevalenza delle rinnovabili, la dipendenza dal gas sarebbe molto ridotta. Il prezzo marginale lo farebbe il gas, ma per pochissime ore al giorno l’anno. Quindi il prezzo medio dell’energia sarebbe molto più basso. Il prezzo medio dell’energia è vicino a zero. Più rinnovabili abbiamo nel mix, meno il gas pesa sulla spesa degli italiani”, spiega. E per quanto riguarda i metodi di stoccaggio dell’energia rinnovabile che ha una quota di variabilità da gestire, l’Ad di Enel rassicura: “La tecnologia c’è. Non appena noi e altre aziendeelettriche ne avremo bisogno, la produzione si adeguerà”.

Related posts

Prezzi impazziti sulle spiagge d’Italia. Rincari anche del 15% per ombrelloni e lettini

Redazione Ore 12

Le idee giovani per garantire cibo ed energia per la Giornata della Terra

Redazione Ore 12

Super-bolletta energetica mette a rischio i simboli di Made in Italy. Per Coldiretti  pasta, olio e pomodori sono a rischio default

Redazione Ore 12