La guerra di Putin

Stoltenberg (Nato) avverte Putin: “Un attacco a un Paese alleato scatenerà la reazione di tutti gli alleati”

“Il presidente Putin ha compiuto un grande, grande errore: ha sottovalutato la forza delle forze armate ucraine, il coraggio degli ucraini e soprattutto la leadership politica ucraina, quindi quella che lui pensava fosse un’operazione militare semplice e rapida si è trasformata ora in una guerra vera e propria dove lui non è stato in grado di raggiungere il suo obiettivo, vale a dire il controllo dell’Ucraina”. Così il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg ospite di ‘Che tempo che fa’, su Rai 3. La Nato manda un messaggio a Mosca. “C’è una corresponsabilità da parte della Nato che è proteggere e difendere tutti gli alleati Nato e impedire qualsiasi attacco armato contro qualsiasi Paese Nato – ha affermato Stoltenberg – Facciamo questo e aumentiamo la presenza anche nella parte est. L’Italia è parte di questo e sta aumentando il suo contributo nella nostra presenza a livello dell’est. Mandiamo un messaggio chiarissimo a Mosca: un attacco a un alleato scatenerà la reazione da parte di tutti gli alleati. Tutti per uno e uno per tutti. Questa è una corresponsabilità della Nato. Facendo questo preveniamo la guerra e preserviamo la pace, è il nostro obiettivo principale”. “Quello che vediamo nei dintorni di Kiev non è un ritiro ma un riposizionamento delle forze – ha spiegato Stoltenberg – Ci aspettiamo una concentrazione dei combattimenti a est e a sud e quindi, ci dispiace, ma probabilmente vedremo più sofferenze e più attacchi. Questo sottolinea ancora di più l’importanza che il presidente Putin ponga fine a questa guerra insensata e arresti le brutalità che di fatto ci sono ai confini dell’alleanza Nato”. “Ci sono atrocità che vengono perpetrate contro i civili, civili che – come abbiamo visto – sono diventati obiettivi. Tutto ciò è estremamente grave, brutale – ha scandito – E’ molto importante riuscire a mettere tutti i fatti sul tavolo. Vedo positivamente l’intervento della Corte Penale Internazionale che ha aperto un’indagine su quelli che sono potenziali crimini di guerra contro gli ucraini. E’ importante che chi è responsabile venga di fatto condannato. Dobbiamo raccogliere prove e sostenere il lavoro della Corte Penale Internazionale”.

aggiornamento la Guerra di Putin ore 15.23

Related posts

Trenta carri armati Abrams americani per Zelensky. Biden ha preso la decisione

Redazione Ore 12

Partita la prima nave dall’Ucraina con 26mila tonnellate di mais. Soddisfazione di Russia, Usa ed Ue

Redazione Ore 12

Rallenta l’avanzata delle truppe russe in Ucraina. Colpita la città di Odessa. Generale russo muore nell’assalto a Kharkiv

Redazione Ore 12