Cronaca

Trovato il corpo senza vita di una donna a Brescia. Si riapre il giallo di Laura Ziliani

Il corpo senza vita di una donna è stato trovato lungo un torrente che porta alla centrale idroelettrica di Temù, in provincia di Brescia. Non si esclude che possa trattarsi di Laura Ziliani, l’ex vigilessa del comune di Roncadelle svanita nel nulla l’8 maggio. Per stabilire se si tratti effettivamente del corpo della 55enne serviranno ulteriori accertamenti. La donna era uscita per una passeggiata senza più tornare: le sue tracce si sono perse nei pressi di Villa Dalegno. Una scarpa da montagna della donna, tuttavia, era stata ritrovata relativamente a poca distanza dal cadavere, che non è riconoscibile. A fine giugno la Procura di Brescia aveva iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio due delle tre figlie della donna. Sarebbero state alcune incongruenze nel loro racconto a far scattare l’iscrizione nel registro degli indagati. Laura Ziliani era uscita di casa per una passeggiata in montagna e non era più tornata. Venne ripresa da una telecamera in paese e un testimone raccontò di averla incrociata su un sentiero.

Related posts

‘Ndrangheta, confiscati alla cosca Piromalli beni per 143 milioni di euro

Redazione Ore 12

Furbetti del reddito di cittadinanza, 84 denunce nel casertano

Redazione Ore 12

Bari, incendio al Policlinico. Chiuso il Pronto Soccorso

Redazione Ore 12