Politica

Un’ape per lanciare Impegno Civico. Di Maio: “Mutui a tasso zero per i giovani”

 

“Mutuo a tasso zero” ed “eliminazione dell’Iva e di altre tasse sui mutui” per “permettere ai giovani di comprare una casa”. È questa una delle proposte di Impegno Civico per le elezioni politiche del 25 settembre, come annunciato dal ministro degli Esteri Luigi Di Maio, fondatore della formazione. Il partito è stato lanciato a Roma, a poche decine di metri dalla Farnesina.

IL SIMBOLO CON L’APE E IL COGNOME DI MAIO

È un’ape, “simbolo della coscienza ecologica e animale la cui estinzione potrebbe segnare il destino di tutto il genere umano“, il simbolo scelto per il partito fondato da Di Maio insieme al sottosegretario Bruno Tabacci. Nel logo della formazione politica è presente un’ape stilizzata di colore arancio su uno sfondo blu insieme alla scritta Impegno Civico, in bianco. Sotto un’onda tricolore il cognome del ministro svetta invece su campo arancione. In alto, il simbolo di dimensioni ridotte di Centro Democratico, la formazione di Tabacci.

 “VIA LEGGI IMPOSSIBILI PER AMMINISTATORI LOCALI”

Nel corso della conferenza stampa di presentazione del partito, Di Maio si rivolge a sindaci e amministratori locali: “Abroghiamo le prime dieci leggi che vi rendono la vita impossibile nell’esercizio quotidiano del vostro lavoro. A partire dalle norme sull’abuso d’ufficio, che fanno vivere tanti amministratori nella paura di mettere una firma per autorizzare delle infrastrutture”.

 “TUTTI I PARTITI SOSTENGANO PROPOSTA TETTO PREZZO GAS”

Poi il ministro degli Esteri fa un appello anche agli altri partiti: “Chiediamo ai leader di tutti i partiti di sostenere il governo Draghi nella sua proposta di un tetto massimo al prezzo del gas, il cui costo è passato da 40 a 210 euro per megawatt all’ora, sottoscrivendo una lettera da inviare alla Commissione europea: le famiglie italiane in difficoltà non possono aspettare la fine della campagna elettorale e del voto – sottolinea Di Maio – Questa proposta è fondamentale per fermare l’inflazione e quindi l’aumento dei prezzi”, prosegue il leader di Impegno Civico parlando del cosiddetto ‘price cap’. “Ora, con un Governo in carica solo per gli affari correnti, non abbiamo il mandato e il potere per sostenere questa iniziativa,” avverte il titolare della Farnesina.

TABACCI: “IMPEGNO CIVICO È INVESTIMENTO SUL FUTURO”

“Luigi Di Maio è più giovane dei miei figli: questo è anche un passaggio generazionale e un investimento sul futuro”. Così Bruno Tabacci, sottosegretario con delega alla Programmazione, al coordinamento economico e all’aerospazio, definisce il neonato partito Impegno Civico. Parlando sempre del ministro, il sottosegretario afferma di aver visto “profondi cambiamenti nell’ultimo anno e mezzo: rispetto al Movimento 5 Stelle del Vaffa-Day di Bologna c’è una distanza abissale”. Tabacci, che è anche fondatore di Centro democratico, affronta il tema della guerra in Ucraina e delle relazioni con la crisi di governo che ha reso necessarie le elezioni di settembre. “Pare che ci fosse una questione di principio, da parte dell’ex primo ministro Giuseppe Conte, rispetto all’invio delle armi in Ucraina – osserva Tabacci – Si guardava con fastidio alla resistenza ucraina, affermando che se avessero combattuto contro i russi avrebbero causato solo più perdite fra i civili: pensare una cosa del genere è un insulto all’intelligenza umana. Senza le armi degli anglo- americani – nota il sottosegretario – la Repubblica italiana non sarebbe mai nata”. Lo scenario della guerra in Ucraina fa da sfondo anche a un commento sul presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi: “Lui ha anche la sua amicizia con Putin, di liberal-democratico non ha più un capello“, scherza Tabacci.

“VITTORIA DESTRE SIGNIFICA FUORI DA PROSPETTIVA UE”

“Una vittoria di Giorgia Meloni e delle destre alle elezioni del 25 settembre significherebbe uscire dalla prospettiva europea, anche alla luce della loro frequentazioni – rimarca Tabacci – Ricordiamo che la caduta del governo guidato da Mario Draghi si deve a delle forze che hanno legami con il presidente russo Vladimir Putin. La nostra presenza europea così sarebbe da euroscettici, da furbetti, e non da padri fondatori”, prosegue Tabacci sullo scenario di un governo guidato dalle destre.

Dire

Related posts

Nuove misure urgenti del Governo per il contenimento dei costi dell’energia elettrica e del gas naturale

Redazione Ore 12

Letta: “Serve un intervento choc per aiutare le famiglie. L’Europa agisca sul gas”

Redazione Ore 12

Pensioni, la Cgil e il Patto con il Governo: “Perché non ci convocano”?

Redazione Ore 12