Roma Capitale

Urbanistica, approvate dalla Giunta di Roma Capitale Delibere per sblocco dei primi toponimi in VI Municipio

Sbloccati due Piani di recupero dei nuclei di edilizia ex abusivi, i cosiddetti “Toponimi”. La Giunta di Roma Capitale ha approvato con due delibere altrettanti Piani esecutivi dei Toponimi di Colli della Valentina e Fosso San Giuliano – via Polense, entrambi nel Municipio Roma VI.

I due Piani di recupero interessano complessivamente circa 3000 residenti e prevedono la realizzazione di fogne, strade, parcheggi, scuole, parchi e aree per mercati. Per Colli della Valentina gli interventi avranno un valore di oltre 5 milioni di euro mentre per Fosso San Giuliano il valore delle opere è di quasi 20 milioni di euro. “Al nostro insediamento ci siamo trovati di fronte alla completa paralisi di tutti i procedimenti che riguardavano le periferie. Uno dei nostri sforzi principali è stato pertanto quello di riavviare prima di tutto piani fermi in alcuni casi da oltre 10 anni, per permettere lo sblocco di interventi attesi da migliaia di cittadini”, dichiara l’Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale, Maurizio Veloccia. “Oggi riattiviamo due toponimi e diamo il via al percorso che porterà alla realizzazione di importantissime opere pubbliche in alcune zone periferiche. Le due delibere, una volta approvate in Aula Giulio Cesare, chiuderanno un percorso avviato nel 2013 con l’adozione dei due toponimi. Allo stesso modo stiamo lavorando affinché anche gli altri Piani di recupero siano riavviati in tempi brevi sanando le problematiche di natura idrogeologica o ambientale che hanno impedito la conclusione degli iter amministrativi, in modo da garantire finalmente a tutti i residenti in quelle periferie i servizi e le opere che attendono da tanto tempo”, conclude Veloccia.

 

 

 

Related posts

Ardea, arrestato un 30enne gravemente indiziato di rapina

Redazione Ore 12

Roma Multiservizi, gli azionisti danno disco verde al bilancio

Redazione Ore 12

Cinema Metropolitan, Montuari (Roma Capitale): “attendiamo risposte dalla Regione Lazio”

Redazione Ore 12