Esteri

Afghanistan, il caos dell’evacuazione imputabile al Dipartimento di Stato

Il segretario alla Difesa americana, Lloyd Austin, rispondendo ad una domanda di un deputato democratico, durante l’audizione alla Camera sul ritiro dell’Afghanistan ha dichiarato che il caos dell’evacuzaione è imputabile al dipartimento di Stato. “La decisione su come farlo e quando farlo è davvero una decisione del Dipartimento di Stato”, ha detto Austin, aggiungendo che il Dipartimento di stato ha rallentato i piani su una uscita rapida a causa delle istruzioni ricevute dell’allora presidente afghano Ashraf Ghani. “Erano stati avvertiti dall’amministrazione Ghani che se avessero ritirato i cittadini americani e i richiedenti di visti speciali a un ritmo troppo veloce, avrebbe causato un crollo del governo che era quello che stavamo cercando di impedire. E così, penso che questo sia entrato nel calcolo”, ha aggiunto Austin, spiegando che anche la lenta elaborazione dei visti ha bloccato le operazioni militari.

Related posts

Brasile, Poste ed Energia verso la privatizzazione

Redazione Ore 12

Kamala Harris sula scia di Trump sui migranti: “Non venite qui, vi respingeremo”

Redazione Ore 12

11 settembre, Stati Uniti blindati per ricordare le vittime dell11 settembre. In campo Biden, Obama e Bush

Redazione Ore 12