Economia e Lavoro

Anche l’Fmi promuove il Pil del Belpaese. Crescerà sino al 5,8%

Nel Report si evidenzia uno stop alla corsa dell’economia globale

Ottime notizie per l’Italia anche dal Fondo monetario internazionale. L’istituzione di Washington ha nuovamente rivisto al rialzo le previsioni di ripresa economica dell’Italia per il 2021, ora stima un rimbalzo del 5,8% del Pil dopo il crollo dell’8,9% accusato nel 2020 dei primi lockdown. Il dato, contenuto nel World Economic Outlook, diffuso in occasione delle assemblee autunnali con la Banca Mondiale, è di 0,9 punti più elevato delle stime precedenti, risalenti a luglio. Sul 2022, invece, è confermata la previsione su un ulteriore più 4,2% del Pil.
“La ripresa globale prosegue, ma ha perso slancio, frenata dalla pandemia” e dalla diffusione della variante Delta che sta rallentando il ritorno alla normalità”, avverte il Fmi che ha invece ritoccato al ribasso le previsioni di crescita economica globale di quest’anno, al più 5,9% dopo il crollo del 3,1% causato nel 2020 dalla crisi pandemica. La stima di crescita 2022 è stata invece confermata al più 4,9%. “Complessivamente i rischi sulle prospettive economiche sono aumentati” e i fattori di cui tenere conto nelle politiche sono diventati più complessi. L’editorale, firmato dalla capo economista Gita Gopinath, rileva come la limatura delle stime nasconda “revisioni al ribasso marcate su alcuni paesi”.

Related posts

Sassoli (Ue): “Con Draghi Presidente del Consiglio l’Italia ha scelto l’Europa”

Redazione Ore 12

Saipem, risultati del primo trimestre condizionati dalla pandemia

Redazione Ore 12

Salta la vendita di Iveco ai cinesi di Faw Jiefang. Giorgetti tira un sospiro di sollievo

Redazione Ore 12