Esteri

Anonymus si allea con l’Ucraina. Primi attacchi ‘ciber war’ ad obiettivi sensibili russi

“Il collettivo Anonymous è ufficialmente in “cyber war” contro il governo russo”. Ad annunciarlo è direttamente la rete internazionale di hacker attraverso il proprio account twitter. “Mettetevi nei panni degli ucraini che vengono bombardati in questo momento. Insieme possiamo cambiare il mondo, possiamo resistere a qualsiasi cosa. È tempo che il popolo russo si unisca e dica no alla guerra di Vladimir Putin. Siamo Anonymous. Siamo una legione. Aspettaci”. A questo primo annuncio ne è poi seguito un secondo, sempre via Twitter, in cui il collettivo di hacker ha annunciato di essere riuscito a bloccare con un attacco informatico il sito del ministero della Difesa russo.“Esistono conflitti paralleli che perdurano da anni dove singoli Stati o organizzazioni mirano a creare danni ad infrastrutture, operatività e comunicazioni – spiega Hassan Metwalley, ceo e co-founder di Ermes – Intelligent Web Protection– L’inizio del conflitto tra Russia ed Ucraina è stato sancito da un azzeramento delle telecomunicazioni all’interno del Paese ucraino prima ancora dell’attacco militare. La presa di posizione di Anonymous è solo l’ennesima dimostrazione del peso che questi ‘eserciti di hacker’ possono assumere all’interno delle politiche nazionali e sociali. L’obiettivo del collettivo potrebbe essere l’isolamento di Mosca e delle sue infrastrutture vitali”. Tra i primi ad essere colpiti anche il portaleRussia Today, che infatti è stato reso inaccessibile per un po’ di tempo. Dalla Russia trapelano le notizie sui primi attacchi informatici che stanno già colpendo le istituzioni di Mosca, con offensive che hanno riguardato i siti web della camera alta del Parlamento e del Cremlino. La notizia è stata confernata da fonti parlamentari di Mosca, citate dall’agenzia di stampa Ria Novosti: “I cyberattacchi hanno colpito non solo il sito del Consiglio della Federazione, ma anche il sito della presidenza”, spiega l’agenzia.

Related posts

La stretta di Putin, mandato d’arresto per un collaboratore di Navalny

Redazione Ore 12

Il Sud Sudan travolto dalle alluvioni

Redazione Ore 12

Cina, ancora un incidente in miniera. Sono 21 i minatori rimasti bloccati in un sito carbonifero

Redazione Ore 12