Roma Capitale

Arrestato 27enne romano con l’accusa di evasione. Fatale una discussione con la fidanzata

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma piazza Dante hanno arrestato un 27enne romano, con precedenti, con l’accusa di evasione. Il giovane, che si trovava dal 28 gennaio scorso agli arresti domiciliari per reati inerenti lo spaccio di droga, si era arbitrariamente allontanato dalla sua abitazione di San Basilio 6 giorni fa, rendendosi irreperibile. I militari della Compagnia Roma piazza Dante hanno ricevuto una segnalazione per una lite animata in piazza Vittorio Emanuele II: dopo essere intervenuti, i Carabinieri hanno sorpreso il 27enne e la sua fidanzata – una ragazza originaria dell’Ecuador di 30 anni, nella Capitale senza fissa dimora, anche lei con precedenti – entrambi “su di giri” per aver bevuto qualche bicchiere di troppo, mentre discutevano in strada per futili motivi. Il ragazzo è stato arrestato con l’accusa di evasione e nei suoi confronti è stata applicata la misura cautelare della custodia in carcere così come disposto dall’Autorità Giudiziaria. Poi nell’ambito dei quotidiani controlli finalizzati alla verifica dei provvedimenti attuati per contrastare la circolazione del Covid-19, i Carabinieri della Stazione Roma piazza Dante hanno controllato, in piazza Vittorio Emanuele II, 30 persone, trovandone 4 sprovviste di mascherina. Nei loro confronti è scattata la prevista sanzione amministrativa, per un totale di 1.600 euro.

Related posts

Picca (Lega X Municipio): “Chiesta sospensione in autotutela del Bando in affidamento per lo Skate Park di Ostia”

Redazione Ore 12

Appello di Zingaretti ai commercianti: “Distanziate i tavoli, evitate gli assembramenti nei locali”

Redazione Ore 12

Raggi: “Con la Zona Rossa accelerazione dei cantieri”

Redazione Ore 12