Roma Capitale

Attacco hacker alla Regione Lazio, aperto un fascicolo dalla Procura di Roma. Indagine della Polizia Postale

(Red) Va avanti in queste ore l’indagine della polizia postale, d’intesa con la Procura di Roma, sull’attacco hacker che ha mandato in tilt il sistema delle prenotazioni vaccinali della Regione Lazio. Sono stati avviati accertamenti su quanto accaduto e la Procura ha già disposto approfondimenti. L’apertura del fascicolo verrà formalizzata nelle prossime ore, dopo che a piazzale Clodio verrà depositata una prima informativa. I pm potrebbero procedere per accesso abusivo a sistema informatico. Obiettivo degli investigatori è capire la “matrice” dell’attacco e se c’è stata eventuale richiesta di riscatto. Sul fatto è intervenuto anche il Governatore della regione, Nicola Zingaretti. “Da stanotte è in corso un pesantissimo attacco hacker contro sistemi informatici LazioCrea che gestiscono prenotazioni vaccini. Un fatto gravissimo, blocca un servizio fondamentale” ha scritto su Facebook. “Ci scusiamo con i cittadini per gli inevitabili disservizi. Abbiamo segnalato alle autorità l’attacco e ringrazio tutti i dipendenti che da questa notte sono al lavoro per difendere la centrale e per tornare alla normalità” ha aggiunto. “E’ un attacco hacker molto potente, molto grave. E’ tutto out. E’ sotto attacco tutto il ced regionale”. A dirlo l’assessore regionale alla Sanità Alessio D’Amato. “E’ un attacco senza precedenti per il sistema informatico della Regione” ha aggiunto.

Related posts

Primavalle, auto modificata per trasportare droga. A bordo 30 kg di hashish, fermato ed arrestato dalla Polizia

Redazione Ore 12

Lazio, Agenzia Dogane scopre frode da 5mln in prodotti petroliferi

Redazione Ore 12

24 milioni di euro per progetti regionali finalizzati a tecnologie di valorizzazione e recupero del patrimonio culturale

Redazione Ore 12