Roma Capitale

Banda ultralarga, Bonanni (FI): inammissibili 250 giorni per un cablaggio a Roma

“In questi giorni il Governo Draghi sta predisponendo il Piano nazionale per la ripresa e la resilienza per definire un pacchetto coerente di riforme e investimenti pubblici per il periodo 2021-2026 e tra gli obiettivi ci sono anche quelli relativi alla banda ultralarga e 5G. In particolare, le risorse economiche destinate la finanziamento di queste infrastrutture di reti aumentano da 2,3 a 5,3 miliardi di euro. In questo senso Roma deve assolutamente approfittarne ma deve prima eliminare i colli di bottiglia che rallentano la realizzazione e l’ammodernamento di tali infrastrutture come ad esempio l’iter amministrativo per il rilascio delle autorizzazioni legate al 5G. A Roma a differenza delle altre capitali europee, i tempi medi di rilascio delle autorizzazioni sono disastrosi. Si rischia di arrivare fino a 250 giorni per effettuare un cablaggio a causa di pareri/autorizzazioni di vari enti coinvolti senza dimenticare i vincoli di installazione fin troppo stringenti previsti a Roma”.

E’ quanto ha dichiarato Donato Bonanni, Responsabile Smart City e innovazione di Forza Italia. 

“E’ un dato di fatto che l’ammodernamento e il completamento delle reti di comunicazione ad altissima velocità sia fisse, con trasmissione in fibra ottica, sia mobili, con lo sviluppo del 5G, sarà sempre più centrale per rendere più smart e competitiva la città di Roma. Peccato che il cablaggio della fibra ottica è ben lungi dall’essere completo e quello del 5G arriva al 25-30% di copertura”, ha concluso Bonanni. 

Related posts

Lazio Zona Rossa. Da lunedì 15 marzo nidi chiusi, scuole infanzia aperte per bambini con disabilità. Disattivate le ZTL

Redazione Ore 12

Calenda chiede la Presidenza della Commissione Trasparenza di Roma Capitale

Redazione Ore 12

Zingaretti: “Lazio tra gli attori produttivi più importanti d’Italia”

Redazione Ore 12