La guerra di Putin

Caracciolo (Limes): “Il rischio per i russi è la terza guerra mondiale”

“Non credo ci sia una vera mediazione da fare se non un intervento americano che da una parte spieghi agli ucraini quali sono i limiti oltre i quali non possono andare e soprattutto spieghi ai russi che se continuano a rischiare la guerra mondiale alla fine potrebbero averla“. Lo dichiara Lucio Caracciolo, direttore di Limes (rivista italiana di geopolitica), che a Bari ha partecipato al convegno “La dimensione mediterranea e internazionale del Mezzogiorno di Italia”. “È interesse di tutti cercare di evitare che le cose vadano molto oltre di quanto si era pensato – aggiunge -. Questo passa attraverso il dialogo America-Russia-Ucraina. Poi il resto è contorno. Anche la Cina che alla fine di questo conflitto dovrà accollarsi la Russia e la sua economia perché se perdesse la Russia, la Cina perderebbe l’unico alleato che ha“. Per Caracciolo “il rischio di un allargamento del conflitto c’è e sarebbe assurdo negarlo però io confido nel fatto che vi sia un interesse sia ucraino sia russo di evitare che la guerra degeneri oltre certi limiti oltre quelli già orribili attuali. Il che vuol dire evitare la battaglia delle città, la battaglia di Kiev”.

aggiornamento la Guerra di Putin ore 11.03

Related posts

Guterres (Onu): “Utile l’incontro con Putin, ma serve una tregua”. Poi in Ucraina: “Guerra assurdità del XXI secolo”

Redazione Ore 12

Dagli Stati Uniti ulteriore pacchetto di aiuti (150 mln di dollari) all’Ucraina

Redazione Ore 12

E’ finita la cooperazione tra Esa ed agenzia spaziale russa

Redazione Ore 12