Economia e Lavoro

Cingolani: “Serve tempo e risorse per la transizione elettrica”

Il ministro per la Transizione ecologica, Roberto Cingolani è intervenuto al 50° convegno nazionale Giovani imprenditori Confindustria ‘Storia futura’.
Affrontando i temi della transizione energetica e in particolare per quanto riguarda l’automotive, ha affermato ”ci sarà sempre chi può comprare l’auto da 50mila euro in su” ma “in Italia abbiamo circa 33-40 milioni di auto, di cui 12-13 milioni sono Euro 0, Euro 1 e Euro 2 che da sole inquinano più di tutte le altre”.
Però ha aggiunto”non è che la gente vuole tenere la macchina vecchia, non ha soldi per cambiarla, e parliamo di auto da 15mila euro”. Quindi “non posso dire a un padre famiglia di cambiare l’auto vecchia con una costosa auto elettrica, devo creare la transizione verso auto meno inquinanti” e come stabilisce il Next Generation EU “non dobbiamo lasciare indietro nessuno”.
Oltretutto “se avessimo il 30-40% di auto elettriche avremmo seri problemi per la loro ricarica”, rileva Cingolani, infatti “vanno ricaricate con elettricità verde perché se le ricarissimo con elettricità prodotta da fonti fossili avremmo annullato il vantaggio”.
Ecco perché si profila una “enorme manovra di trasformazione del Paese”, dice il titolare del MiTE. Ciò detto “confermo che dal punto di vista delle operazioni capillari, anche se non basta saranno oltre 20mila “le infrastrutture di ricarica che verranno realizzate” nell’ambito del PNRR”.
Ma “a monte di questo c’è un investimento di 4,5 miliardi- spiega il ministro- perché se aumentiamo la produzione di energia elettrica diversificando le fonti, con le rinnovabili, dobbiamo avere una rete in grado di gestire un energy mix complesso”.
Ecco perché, dice Cingolani, “la transizione alla macchina elettrica non si fa in un anno”, e noi “dobbiamo mettere la rete a posto e installare 70 GigaWatt di rinnovabili da qui al 2030”.

Related posts

I Navigator chiedono una proroga del loro contratto e scendono in piazza

Redazione Ore 12

Arriva l’ultima tranche dei saldi invernali, ma a far di conto il calo è del 40%

Redazione Ore 12

Dat VolidiSicilia collegherà Brindisi a Catania ogni settimana dal 20 giugno

Redazione Ore 12