Roma Capitale

Controlli a tappeto dei Carabinieri nelle aree della movida, chiuso un locale, altri due sanzionati, un arresto e decine di controlli

Dalla serata di ieri e fino a notte fonda, i Carabinieri del Gruppo di Roma hanno eseguito numerose verifiche nelle zone della movida. Identificate oltre 370 persone, eseguite verifiche a 15 locali, uno dei quali chiuso per 3 giorni. Arrestato un 41enne per tentato furto aggravato. I Carabinieri della Stazione Roma Piazza Farnese, coadiuvati dai colleghi del NIL Nucleo Ispettorato del Lavoro e del Nas Nucleo Antisofisticazione Sanità di Roma, hanno operato nell’area di Piazza Navona e Campo dé Fiori. Nei pressi di via Tor Millina i Carabinieri hanno sanzionato, per un importo pari a 14.400 euro, la titolare di un bar, per aver consentito l’attività lavorativa a quattro persone assunte senza regolare contratto. Alla medesima attività commerciale, i militari hanno contestualmente elevato una sanzione accessoria di 2.000 euro, per avere superato la soglia del 20% dei lavoratori irregolari presenti e fatto scattare la sanzione accessoria del provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale in caso di mancata regolarizzazione delle rispettive posizioni lavorative. I Carabinieri hanno sanzionato anche il titolare di un ristorante, per complessivi 1.400 euro, per carenze igienico sanitarie e per la mancanza della cartellonistica Covid-19. Nel corso dei controlli, nei pressi dei Piazza Farnese, i Carabinieri hanno arrestato un cittadino del Marocco di 41 anni, senza fissa dimora accusato di tentato furto aggravato. I militari, in transito, lo hanno bloccato dopo un breve inseguimento a piedi, trovandolo in possesso di un borsone, asportato poco prima da un’auto in sosta a cui era stato spaccato il finestrino. L’arrestato è stato accompagnato in caserma dove sarà trattenuto in attesa del rito direttissimo. I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Parioli, nei pressi di Piazza Istria, hanno chiuso un bar per 3 giorni perché, nelle adiacenze del locale, vi hanno trovato un assembramento di circa 200 avventori, in violazione alle norme antiCovid-19. Appena una settimana fa, la notte del 24 settembre i Carabinieri della Stazione Roma Salaria avevano chiuso, per 5 giorni, un altro locale sempre in zona, dove erano state notati 100 avventori assembrati in violazione delle norme antiCovid-19.

Related posts

Sport paralimpico, Celli: a Roma la finale della Supercoppa di pallanuoto. Sport di tutti, senza barriere, che unisce ed emoziona

Redazione Ore 12

Colleferro, ospedale Parodi Delfino: servizio radiologia attivo 24 h

Redazione Ore 12

Emergenza legate ai rifiuti, Lombardi e Valeriani vogliono un maggiore coinvolgimento dell’Arpa

Redazione Ore 12