Covid

Covid 19, Rezza (Salute): “Fare la quarta dose protegge dai rischi di malattia grave”

 

“Data la velocità di circolazione virale che è ancora relativamente elevata, è bene ancora mantenere comportamenti ispirati alla prudenza, ma soprattutto ricordiamo l’importanza di effettuare la quarta dose di vaccino che protegge dalla malattia grave”. Lo ha riferito il direttore della Prevenzione del ministero della Salute, Gianni Rezza, a commento dei dati relativi al monitoraggio settimanale sulla diffusione del Covid 19 nel nostro Paese. La quarta dose di vaccino, “che è la seconda dose booster, va somministrata alle persone di età superiore ai 60 anni e a tutte le persone fragili”, ha aggiunto. Anche questa settimana, ha poi riferito Rezza, “si osserva una tendenza alla diminuzione del tasso di incidenza dei casi di Covid 19: l’incidenza scende di nuovo al di sotto di 1000 casi per centomila abitanti, per la precisione siamo intorno a 977 per centomila. Per quanto riguarda l’Rt, ha aggiunto, “notiamo una tendenza alla flessione anche se lieve. L’Rt è ancora di 1,23 quindi al di sopra dell’unità, che rappresenta un po’ la soglia epidemica”. “Il tasso di occupazione dei posti di area medica e di terapia intensiva è rispettivamente al 17,1% e 4,1%. In questo caso notiamo ancora una lieve tendenza all’aumento, anche se, soprattutto per quanto riguarda la terapia intensiva siamo ben al di sotto della soglia critica”, ha concluso.

aggiornamento pandemia Covid ore 14.54

Related posts

Omicron scatena i contagi perché riesce a bucare i vaccini

Redazione Ore 12

Vaccinazioni, Figliuolo: “Entro settembre l’80% degli italiani saranno immunizzati”

Redazione Ore 12

+++Covid-19, i nuovi positivi sono 7.767. Alto il numero delle vittime (421)+++

Redazione Ore 12