Esteri

+++ Crimea, Ucraina: “Cacceremo soldati russi”. Sale tensione Kiev – Cremlino +++

Il rischio della ripresa di uno scontro aperto, da un momento all’ altro tra Russia e Ucraina (appoggiata dall’ Occidente), è sempre più alto. Molti soldati e mezzi di Kiev stanno giungendo infatti, in grande numero, al confine con la penisola della Crimea. Lo riferiscono fonti locali. La mossa avviene a poca distanza dalla visita nella capitale ucraina, di una delegazione della Nato, finalizzata al proseguimento del processo di integrazione, avviato da anni, del Paese nel Patto Atlantico. Il governo di Kiev ha approvato così, sentendosi sostenuto sempre di più dall’ Alleanza militare guidata dagli Stati Uniti e dalle rassicurazioni dell’ amministrazione Usa di Joe Biden, una strategia per la riconquista del Donbass. L’ area è controllata, dal 2014, dalle milizie locali equipaggiate dall’ esercito di Mosca, giunto sul posto, guidato dal leader Vladimir Putin. Il progetto di cacciare, dall’ area in questione gli uomini dello Zar anche a costo di riaprire le ostilità, è giunta giovedì al termine di una riunione del Consiglio per la difesa e la sicurezza nazionale. L’ annuncio è stato dato, su Twitter, dal ministro degli Esteri Dmytro Kuleba. Abbiamo fermato i tentativi, di generare divisioni tra di noi, mediante la propaganda, la disinformazione e “le attività di individui che ritenevano normale realizzare affari nei territori temporaneamente occupati”. Lo dichiara, in un videomessaggio rivolto ai cittadini, il presidente Volodymyr Zelensky. 

Related posts

Hong Kong approva nuove regole elettorali a favore della Cina, ridotto il potere di voto pubblico

Redazione Ore 12

Le destre e i nazionalisti europei si ritrovano nella Carta dei Valori. Per l’Italia firmano Salvini e Meloni

Redazione Ore 12

Navalny, Comitato Investigativo Russo: aperto procedimento penale contro suoi alleati

Redazione Ore 12