Imprese e Sindacato

Da Eni contratti per tre impianti fotovoltaici con Saipem

Saipem ha firmato con Eni un contratto per la realizzazione di 3 impianti fotovoltaici onshore nei siti di Trecate in provincia di Novara e Marghera località nel comune di Venezia. Saipem si occuperà della progettazione, della fornitura e della realizzazione “chiavi in mano” di 3 piccoli impianti di generazione di energia elettrica da solare fotovoltaico, nonché dei successivi 2 anni di servizi di gestione operativa e manutenzione. In particolare, saranno installati: un impianto denominato PV Trecate, avente potenza complessiva di 4,1 MWp da realizzare presso il polo industriale di San Martino nel comune di Trecate e 2 impianti denominati PV Marghera Lotto 12 e Lotto 15, aventi potenza complessiva rispettivamente di 3,1 MWp e 2,7 MWp da realizzare presso il polo industriale di Porto Marghera. Il progetto assegnato a Saipem è a supporto dell’iniziativa “Eni Progetto Italia”, che prevede progetti in prevalenza nel settore fotovoltaico valorizzando le aree a vocazione industriale presso siti Eni.

Maurizio Coratella, Chief Operating Officer della Divisione E&C Onshore di Saipem, ha commentato: “Questo nuovo contratto è un’ulteriore dimostrazione dell’impegno assunto da Saipem nel segmento delle energie rinnovabili e della diversificazione di business anche nel settore fotovoltaico onshore. In questo progetto supportiamo Eni nel perseguire la sua strategia verso la transizione energetica, confermando il nostro ruolo di global solutions provider e partner di riferimento per i nostri clienti. Al tempo stesso, con le nostre competenze, le tecnologie e le esperienze maturate negli anni, contribuiamo al potenziamento dell’offerta energetica nel paese e ci candidiamo come azienda chiave nel processo di rilancio dell’Italia nel post pandemia”.

AGC GreenCom 

Related posts

Alitalia, riparte la trattativa. Il ministro del Lavoro ha convocato i sindacati

Redazione Ore 12

Federico Manna (ConfimpreseItalia Campania): “La Zona Rossa metterà nell’angolo migliaia di imprese e lavoratori. Serve discontinuità negli interventi di sostegno rispetto al passato”

Redazione Ore 12

Al via Congresso Nazionale Straordinario Ugl Comunicazioni

Redazione Ore 12