Politica

Ddl Zan in campo contro il Vaticano anche Fedez ed Elodie

Dure critiche di Fedez alla richiesta del Vaticano al Governo italiano di modificare il Ddl Zan perché “viola il Concordato”. “Il Vaticano che ha un debito stimato di 5 miliardi di euro su tasse immobiliari mai pagate dal 2005 ad oggi per le strutture a fini commerciali – scrive il cantante su Twitter – dice all’Italia ‘guarda che con il ddl Zan stai violando il Concordato'”. Dello stesso tono è Elodie: “Ringrazio i miei genitori che non mi hanno battezzata”. Fedez è un sostenitore, da tempo, del ddl Zan, il disegno di legge contro lʼomotransfobia e la misoginia. Anche Elodie, tramite Instagram stories, interviene sulla questione esprimendo il suo sostegno al ddl: “Oggi un ringraziamento speciale va ai miei genitori che non mi hanno battezzata, grazie”.
aggiornamento Ddl San del 23 giugno ore 16.15

Related posts

Berlusconi rientrato a Milano dopo il ricovero precauzionale a Roma

Redazione Ore 12

Monito della Bellanova su Autostrade: “Fondamentale il ruolo dello Stato”

Redazione Ore 12

Berlusconi: “Draghi ha pronunciato un discorso dettagliato e di alto profilo”

Redazione Ore 12