Esteri

Dopo Putin ci mancava la follia di Kim Jong-un. Lanciato missile intercontinentale che impatta a 170 km dal Giappone

Il ministero della Difesa giapponese ha riferito che un missile non identificato lanciato dalla Corea del Nord sarebbe caduto a circa 170 chilometri dalle coste della prefettura di Aomori, a Nord-ovest dell’arcipelago. Una distanza che si trova all’interno della Zona economica esclusiva (Zee). Fonti del ministero riferiscono alla televisione pubblica Nhk che il proiettile ha raggiunto un’altitudine di 6.000 km, e dunque potrebbe trattarsi di un missile balistico intercontinentale (Icbm). Sospetto confermato dal presidente sudcoreano Moon Jae-in, che lo ha annunciato esprimendo disappunto al termine della riunione del Consiglio sulla sicurezza nazionale, “per la violazione della moratoria autoimposta da Pyongyang” sui test e delle risoluzioni Onu. La mossa del Nord cade nel giorno in cui la Nato si riunisce a Bruxelles con il presidente Usa Joe Biden e con l’inconsueta presenza del premier nipponico Fumio Kishida.

Related posts

Amnesty International prende posizione su Assange: “No all’estradizione”

Redazione Ore 12

Si schianta elicottero dell’esercito cubano, almeno cinque i militari morti

Redazione Ore 12

Ucraina, Cremlino: “Kiev ha interrotto di fatto i rapporti con regioni orientali”

Redazione Ore 12