Primo piano

Doppia autenticazione per i pagamenti online

Dopo l’iniziale proroga, dal 1 gennaio 2021 è entrata ufficialmente in vigore la nuova normativa europea della doppia autenticazione, la Strong Customer Authentication (SCA), per rendere gli acquisti online, tramite carta o altri strumenti di pagamento digitale, sempre più sicuri.

La procedura porta a una stretta per quanto riguarda la sicurezza sul web e prevede che gli utenti, prima di procedere al pagamento, si identifichino mediante due chiavi di autenticazione, una statica e una dinamica: ad esempio, oltre ai codici della carta, sarà necessario fornire un codice “usa e getta” ricevuto via sms dalla banca insieme a un pin oppure confermare l’identità attraverso lo smartphone con l’impronta digitale o il riconoscimento facciale.

L’obiettivo principale dell’autenticazione a due fattori è, infatti, quello di garantire la massima sicurezza delle transazioni online ponendole al riparo da rischi e da frodi.

Tuttavia, gli esercenti hanno manifestato il timore che la strong authentication e i suoi doppi passaggi possano scoraggiare i consumatori e provocare una perdita ingente di vendite e, di conseguenza, di fatturato.

Per scongiurare questo pericolo, le nuove norme prevedono delle deroghe sui pagamenti come nel caso in cui la carta di chi paga oppure la piattaforma si trovino al di fuori dell’Unione Europea o se si tratta di pagamenti ricorrenti già registrati (per fare un esempio, gli abbonamenti a piattaforme streaming o a servizi di telecomunicazioni).

Ancora, la doppia autenticazione non è prevista per spese inferiori ai 30 euro e per le transazioni con sistemi che gli utenti possono segnalare come credibili e inserire in una “lista di beneficiari di fiducia”.

L’esenzione riguarda anche i pagamenti ritenuti a basso rischio ovvero che avvengono su siti i quali, per il loro storico di frodi e per caratteristiche che escludono anomalie, sono ritenuti sicuri.

A questo proposito, prima di effettuare una transazione, gli utenti possono reperire informazioni più dettagliate consultando le recensioni dei vari siti, come avviene con le recensioni dei casino online dove hanno la possibilità di controllare tutte le modalità di pagamento disponibili per i casinò.

I consumatori sono quindi parte attiva di questa “rivoluzione” dei pagamenti online: per utilizzare i servizi degli operatori dovranno autorizzarli decidendo se avvalersene oppure no, saranno loro a indicare chi inserire nella “lista bianca” e avranno la facoltà di revocare le autorizzazioni concesse in qualsiasi momento. 

Related posts

Monitoraggio dei laghi lombardi, per Legambiente un terzo sono inquinati

Redazione Ore 12

Violenze dei no vax e no green Pass, su Telegram minacce di nuove azioni violente

Redazione Ore 12

Alle 11.36 del 14 agosto il ricordo della strage di Ponte Morandi

Redazione Ore 12