Roma Capitale

Emergenza epidemiologica, proseguono in controlli dei Carabinieri a Roma e provincia, chiusi due esercizi commerciali e 46 persone multate

Proseguono i controlli da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, volti al rispetto delle norme per il contenimento e la gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. Nel corso delle verifiche, che hanno riguardato sia il centro della Capitale che tutta l’area metropolitana, sono state sanzionate 46 persone e chiusi temporaneamente due esercizi commerciali.

Nello specifico i Carabinieri della Compagnia Roma Parioli, durante i controlli effettuati presso il piazzale dello scalo ferroviario Roma- Tiburtina, le fermate metropolitane Tiburtina e Piazza Bologna, hanno sanzionato il dipendente di un bar poiché non ha controllato la certificazione verde di un avventore. I Carabinieri hanno accertato che il cliente in quel momento ne era sprovvisto ed hanno fatto scattare anche a lui la sanzione amministrativa di 400 euro. Per il titolare dell’esercizio commerciale i militari hanno notificato la sanzione accessoria della chiusura provvisoria di un giorno. I Carabinieri della Stazione Roma Madonna del Riposo, ad esito degli accertamenti effettuati presso 14 attività commerciali della zona, hanno sanzionato il titolare di un negozio di gastronomia, situato nei pressi di via Boccea,  per non aver esposto all’ingresso del locale un cartello riportante il numero massimo di persone ammesse. In tale contesto è stata sanzionata anche un’avventrice poiché non indossava alcun dispositivo di protezione individuale. Nei pressi di via Forte Boccea, un cittadino del Bangladesh di 41 anni, titolare di un minimarket, già recidivo, è stato sorpreso nuovamente dai militari privo di “green pass” all’interno del locale. I Carabinieri hanno fatto scattare la la sanzione accessoria della chiusura dell’attività per cinque giorni. Nei comuni di Tivoli e Guidonia Montecelio, i Carabinieri della Compagnia di Tivoli, in tre diverse attività, hanno eseguito verifiche presso i capolinea dei bus e presso gli esercizi commerciali. In totale sono state identificate complessivamente 248 persone, molte appena scese dai bus in arrivo dalla Capitale, 25 delle quali sono state sanzionate per mancato utilizzo della prevista mascherina FFP2 e altre 23 sanzionate per mancato possesso del Green Pass. A Monterotondo, i Carabinieri hanno sanzionato una donna di 60 anni a bordo di un autobus diretto a Fonte Nuova, poiché risultata priva di certificazione verde. I Carabinieri di Ciampino hanno sanzionato un dipendente di un negozio di generi alimentari, anche lui sorpreso senza certificazione verde. Per lui è scattata la sanzione di  600 euro.  Nell’area del litorale sud della Capitale, i Carabinieri della Compagnia di Anzio, nel corso dei controlli hanno identificate 85 persone ed effettuate verifiche a 15 esercizi commerciali che hanno portato al sanzionare due  persone,  poiché al momento del controllo erano sprovviste della mascherina obbligatoria.

 

Related posts

Nanni (Lista Calenda): “Pochi controlli su cavi stradali. Strade in perenne dissesto”

Redazione Ore 12

Con la Regione Lazio il pool antiterrorismo. Caccia aperta ai terroristi della rete

Redazione Ore 12

Furto ai danni di una commessa, due arresti dei Carabinieri in centro storico a Roma

Redazione Ore 12