Roma Capitale

Era latitante dal 2019, rintracciato e arrestato dalla Municipale nel campo rom di via Candoni

Era latitante dal dicembre 20129, quando usufrudendo del lavoro esterno dall’istituto di pena, non aveva fatto rientro in carcere. L’uomo, un 26enne bosniaco, si era rifiugiato in una baracca nel campo nomadi di via Luigi Candoni, a ridosso di un fitta boscaglia che, in caso di necessità, avrebbe dovuto favorirne la fuga. A scoprire il suo nascondiglio, dopo una lunga e complessa indagine, sono stati gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale del XI Gruppo Marconi, diretto dal Dirigente Emanuele Moretti, e il personale dell’XI Distretto San Paolo, diretto da Michele Peloso. Individuato il settore dell’accampamento dove alloggiava il ricercato, i poliziotti hanno bloccato tutte le possibili vie di uscita, posizionando 9 unità operative nella parte posteriore e laterale e 8 unità operative nella parte anteriore. Gli agenti hanno perquisito tutti i manufatti presenti, rintracciando e arrestando il giovane. Il 26enne, nonostante la complicità di amici e familiari che sorvegliavano il campo pronti ad informarlo di un eventuale arrivo delle forze dell’ordine, non è riuscito a sfuggire all’arresto: è tornato in carcere dove dovrà scontare una pena di 3 anni, 7mesi e 15 giorni.

Related posts

Disabilità: dal 17 al 19 giugno a Paliano il festival “Corto… ma non troppo” dedicato all’inclusione sociale

Redazione Ore 12

Testaccio, controlli dei Carabinieri negli esercizi commerciali. Irregolarità in una birreria, sanzionato il titolare

Redazione Ore 12

Un successo i primi giorni di vendite dei titoli di viaggio Atac con il credito telefonico

Redazione Ore 12