Economia e Lavoro

Fisco, Franco: “Necessaria riforma complessiva”

(Red) “Nei prossimi mesi la riforma del sistema fiscale sara’ un passaggio strategico, il Fisco italiano ha bisogno di un ridisegno complessivo che consenta da un lato di renderlo piu’ moderno e orientato alla crescita e dall’altro di rimuovere una serie di inefficienze e distorsioni che si sono accumulate nel tempo”. Lo ha affermato, all’assemblea di Assolombarda, il ministro dell’Economia, Daniele Franco.
“Occorre un’opera di razionalizzazione delle tante forme di prelievo oggi esistenti: e’ fondamentale concentrare risorse sulla riduzione del prelievo su fattori produttivi”, poiché “il cuneo sul reddito da lavoro e’ particolarmente elevato e questo costituisce un ostacolo alla crescita delle imprese e dell’occupazione stabile”, ha concluso.

Bagnai: “Via Irap e micro tasse grazie all’ impegno della Lega”

“Abrogazione dell’IRAP, l’iniqua ‘tassa sulle perdite’, e di altre microtasse odiose come il superbollo e la tassa di laurea; mantenimento della mini flat tax per autonomi e partite IVA, con scivolo per chi supera i 65000 euro di fatturato; riequilibrio del rapporto tra cittadino e Fisco con inversione dell’onere della prova nei rapporti con l’amministrazione fiscale. Queste sono solo alcune delle misure che entreranno nella delega al Governo grazie alle battaglie della Lega. Con l’approvazione del documento per la riforma fiscale sono garantiti i principi di semplificazione e riduzione della tassazione: nessuna patrimoniale o assurdi aumenti ma solo semplificazioni e riduzioni d’imposta. Siamo orgogliosi di aver inserito queste proposte nell’azione del Governo e di essere stati determinanti per le scelte dell’esecutivo, con una capacità di incidere che non avremmo avuto stando all’opposizione”.

Related posts

Cresce tra gli italiani la voglia di Saldi, lo studio di Confcommercio lo conferma

Redazione Ore 12

Visco (Banca d’Italia): “Dilemma misure di sostegno, Draghi non ha bacchetta magica”

Redazione Ore 12

Con il Covid aumentato a dismisura caporalato e lavoro nero. Coinvolte nel fenomeno 3,2 milioni di persone

Redazione Ore 12